Lettera ad un uomo di Paola Orsini

Lettera ad un uomo di Paola Orsini

Caro uomo,

Pensavo di aver amato nella mia vita come se non ci fosse stato un domani.

Pensavo di aver conosciuto paesaggi interiori, in fiore come ciliegi al tepore di maggio.

Poi un giorno, di quelli freddi e di sole, di quelli che l’inverno dona agli animi umani predisposti già al letargo del grigio, il tuo sguardo e l’anima aprirsi a cerchi concentrici per accogliere la tua, libera dai pungoli di uomo, tenera e densa come la mia.

Abbiamo intrecciato le nostre anime, noi, in un patto di vita, ascoltando ogni giorno il loro dondolio sulle sagomi lunari del tuo cuore e del mio. Un patto, il nostro, che, auspico, diventi Conoscenza e si faccia mare antico.

© Riproduzione Riservata
Commenti