Sei qui: Home » Arte » “Van Gogh, the immersive experience”, la mostra in realtà virtuale a Cagliari
Mostre da non perdere

“Van Gogh, the immersive experience”, la mostra in realtà virtuale a Cagliari

L'11 novembre arriva a Cagliari "Van Gogh, the immersive experience", una mostra che rende fruibile l'arte e, nello specifico, le opere del grande Vincent Van Gogh, attraverso la realtà virtuale.

La tecnologia diventa uno strumento sempre più utile anche in campo artistico e culturale; ne è l’esempio “Van Gogh, the immersive experience”, un’interessante mostra dedicata al grande artista olandese, che verrà inaugurata il prossimo 11 novembre, che si focalizza sulla realtà virtuale per far immergere il visitatore nell’atmosfera unica delle opere di Van Gogh

“Van Gogh, the immersive experience”, la realtà virtuale per conoscere l’arte

Dall’11 novembre 2022 fino al 5 febbraio 2023, “Van Gogh, the immersive experience” verrà ospitata negli spazi dell’ex Manifattura Tabacchi, nel centro di Cagliari. Organizzata da Alta Classe Lab, Sa Manifattura, Musicone Italia, Next Event e Fast Forward, e con il patrocinio del Comune di Cagliari, quest’esposizione rappresenta un’occasione unica per avvicinarsi alle opere di Van Gogh attraverso uno strumento che non sempre abbiamo a disposizione: i visori di da realtà virtuale. 

Il vantaggio nell’utilizzo di questi strumenti risiede nell’esperienza immersiva che essi offrono: gli spettatori della mostra saranno infatti catapultati dentro i lavori di Vincent Van Gogh, di cui potranno apprezzare appieno ogni singolo dettaglio. Inoltre, obiettivo della mostra è anche quello di contestualizzare le tele dell’artista olandese. Così, i visitatori potranno riscoprire alla luce di nuovi dati opere che tutti conoscono ma non così a fondo come si crede. 

Una giornata con Van Gogh

Il percorso espositivo di “Van Gogh, the immersive experience” è pensato come una passeggiata che accompagna lo spettatore attraverso una giornata con Van Gogh, dal risveglio fino al buio della notte. Il percorso si articola attraverso la visione di sette opere concepite dal pittore olandese:

“Dal risveglio nella camera da letto (La camera da letto di Van Gogh), il camminare per le scale, la scoperta della casa dall’esterno (La Casa Bianca), l’avanzamento nei campi con l’incontro delle contadine (La Siesta), l’arrivo nel Campo di grano con i corvi e poi Un campo di grano con cipressi dove un effetto di velocità indica che la fine della giornata sta arrivando. Poi la transizione a La Notte Stellata, che inizia prima che finisca definitivamente il giorno con la pittura notturna sul lungomare (Notte stellata sul Rodano) e il ritorno alla camera da letto del pittore”.

© Riproduzione Riservata