Street art

Scompare il murale di Banksy contro la Brexit

Il murale di Banksy contrario alla Brexit è scomparso misterioso dalla facciata dell'edificio di Dover
Scompare il murale di Banksy contro la Brexit

MILANO – È scomparso domenica mattina il murale gigantesco realizzato da Banksy a proposito della Brexit. Non è ancora chiaro se sia stato coperto dalla vernice o se sia stato proprio rimosso. Al suo posto un grande telo bianco ricopre la parete dell’edificio dell’ex Castle Amusements di Dover.

LEGGI ANCHE: Banksy e Blu, i due street artist in mostra a Torino

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Dover, England.

Un post condiviso da Banksy (@banksy) in data:

Il murale scomparso

Secondo una testimonianza riferita alla Cnn, sabato è stata sistemata un’impalcatura di quattro piani a ridosso della parete dell’ex Castle Amusements, l’edificio di Dover, lungo la parete del quale Banksy aveva realizzato il suo graffito. La domenica mattina il murale già non c’era più. L’opera dell’ignoto artista inglese raffigurava un operaio su una scale intento a cancellare una stella dalla bandiera dell’Unione Europea. È stata la prima reazione di Banksy nei riguardi della Brexit.
È scoppiata una polemica a riguardo, in quanto il murale costituiva un segno di pregio per gli abitanti della città e per i turisti che desideravano ammirare l’opera del più grande artista chiacchierato del momento.
L’artista aveva realizzato l’opera nel maggio del 2017, quando le relazioni tra Teresa May e l’Unione Europea sono diventati centrali per le elezioni dell’8 giugno.

© Riproduzione Riservata