Raffaello alle Scuderie del Quirinale

Raffaello alle Scuderie del Quirinale: la mostra visitabile a distanza

Dalle video-passeggiate all'interno delle sale alle incursioni nel backstage, ecco come visitare da casa la mostra su Raffaello alle Scuderie del Quirinale
mostra-raffaello-online

Fra le mostre più attese dell’anno c’era sicuramente lei: l’esposizione dedicata alle opere del grande Raffaello Sanzio presso le Scuderie del Quirinale. Costretta alla chiusura a causa dell’emergenza Coronavirus, la mostra monografica dedicata all’artista urbinate sarà da oggi visitabile a distanza. Contenuti video, approfondimenti e incursioni nel backstage che, trasmessi in streaming sui canali social, permetteranno di ammirare alcune tra le più belle opere esposte. 

La mostra

Una grande mostra monografica, con oltre duecento capolavori tra dipinti, disegni e opere di confronto, dedicata a Raffaello Sanzio, superstar del Rinascimento, nel cinquecentenario della sua morte, avvenuta a Roma il 6 aprile 1520 all’età di appena 37 anni.

 

#RaffaelloInMostra

Dalle video-passeggiate all’interno delle sale, arricchite da dettagli e curiosità sulle opere, e incursioni nel backstage, con il racconto dell’allestimento della rassegna che vanta capolavori provenienti dalle collezioni dei più importanti musei al mondo, per un totale di 204 opere, 120 dello stesso Raffaello tra dipinti e disegni.

#RaffaelloOltreLaMostra

Con l’hashtag #RaffaelloOltreLaMostra sarà possibile ascoltare in streaming il racconto dei curatori della mostra di Raffaello alle Scuderie del Quirinale. Ma anche partecipare virtualmente agli incontri ospitati a palazzo Altemps. Da Silvia Ginzburg, che affronta il tema della giovinezza di Raffaello, ad Antonio Natali, che racconta il periodo fiorentino del pittore, fino ad Alessandro Zuccari, che ne approfondisce l’attività nella Capitale. Tanti i contributi offerti anche dai curatori della mostra e da importanti studiosi che, attraverso pillole video, approfondiranno le opere e le grandi tematiche relative all’arte di Raffaello.

200 capolavori da tutto il mondo

In occasione della mostra, è stato raccolto un vastissimo corpus di opere di mano di Raffaello. Oltre 100, tra dipinti e disegni, per una raccolta di creazioni dell’urbinate mai viste al mondo in così gran numero tutte insieme. Anche in termini di capolavori in prestito (oltre che di lavoro scientifico svolto), è stato determinante il contributo delle Gallerie degli Uffizi, con circa 50 opere delle quali oltre 40 dello stesso Raffaello. Ma anche tanti altri musei di importanza internazionale hanno contribuito ad arricchire la rassegna con capolavori dalle loro collezioni. Tra questi, persino i Musei Vaticani, il Louvre, la National Gallery di Londra, il Museo del Prado, la National Gallery of Art di Washington, , l’Albertina di Vienna, il British Museum e tanti altri.

 

© Riproduzione Riservata
Commenti