Street artist

Perché Banksy ha aperto un negozio a Londra?

Vietato l'accesso al nuovo negozio di Banksy, ma le opere saranno presto acquistabili online

A sud di Londra, le vetrine di un negozio abbandonato hanno ripreso misteriosamente vita grazie a un’installazione dello street artist più famoso al mondo, Banksy, che martedì ha rivendicato la paternità dell’opera direttamente dal suo account Instagram.

LEGGI ANCHE: Artisti come star, ecco i più famosi (e con più followers) su Instagram

Vietato entrare

Si tratta di una sorta di negozio temporaneo delle sue opere, denominato Gross Domestic Product (che si traduce come“Prodotto interno lordo”), che espone diversi prodotti acquistabili soltanto online. L’ingresso al negozio è assolutamente vietato, come da indicazione di un cartello appeso alla vetrina.

Perché Banksy ha aperto un negozio?

La scelta di Banksy nasce da una controversia nata con una casa di produzione di gadget, che vorrebbe usare il marchio di Banksy per vendere la propria merce. Da qui, sorge l’idea di aprire un negozio non solo per vendere le sue opere, ma soprattutto per difendere la propria arte.

«Una società di biglietti d’auguri sta tentando di impugnare i diritti che detengo per la mia arte e sta tentando di utilizzare il mio nome in modo che possano vendere legalmente la loro finta merce firmata Banksy», ha dichiarato in una nota l’artista.

Le opere in vendita

Protagonista è il giubbotto antiproiettile realizzato da Banksy per il rapper Stormzy, che ritrae una Union Jack stilizzata. Il cartellino di accompagnamento recita: “Una versione del gilet inglese da uomo “John Bull” aggiornata per i tempi moderni. Questa armatura personalizzata è in grado di fermare proiettili fino a calibro .45 ed è completamente a prova di pugnalata. Come indossato da Stormzy al festival di Glastonbury (perché è molto pericoloso lì). Eppure non lavabile in lavatrice [sic]. Firmato. Edizione di 5 più 2 A / P”. C’è anche un link ad un sito web grossdomesticproduct.com sul quale appare il messaggio “ciao gdp3”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Banksy (@banksy) in data:

Un’altra parte dell’opera vede al centro una culla dove sembra giacere un neonato in fasce, sul quale puntano numerose telecamere di sicurezza, mentre accanto campeggiano una serie di orologi, al cui interno corrono i classici ratti in stile Banksy. Ma c’è anche una lapide sopra alla quale, in caratteri digitali, si legge “Ora hai raggiunto la tua destinazione”.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da John Trashkowsky (@johntrashkowsky) in data:

E ancora, si vedono giocattoli che ritraggono famiglie di rifugiati in fuga, il personaggio Tony the Tiger dei famosi cereali inglesi, imbalsamato sotto forma di tappeto; ma anche disegni, icone e gadget dai tratti caratteristici di Bansky.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @crisisasusual in data:

A completare il tutto, un sofa con dei cuscini recita:

La vita è troppo breve per farsi dare consigli da un cuscino

 

 

© Riproduzione Riservata