Sotto l'albero

Natale, ecco le idee regalo per chi ama l’arte

Con le feste alle porte è bene farsi trovare preparati e cercare il giusto regalo per gli amici amanti dell'arte. Ecco le idee regalo giuste per non sbagliare
Natale, ecco le idee regalo per chi ama l’arte

MILANO – Il Natale è alle porte ed è bene farsi trovare preparati e cercare il giusto regalo per gli amici appassionati d’arte. Ogni anno diventa più difficile vero? E’ facile essere ripetitivi, banali o senza idee. Dopo avervi consigliato cosa regalare ad un amante della cultura e i regali giusti in base a ciascun segno zodiacale, ecco alcuni suggerimenti specifici legati al mondo dell’arte.

 

GIOIELLI ARTISTICI

GIOIELLI ARTISTICI

Se l’amante dell’arte è anche appassionata di orecchini siete a cavallo. Esistono in commercio tanti tipi che rappresentano in quadri più famosi, avrete certamente visto il quadro de “Il bacio” di Klimt appeso alle orecchie di qualche ragazza in giro. Tondi, a pendente, rettangolari ce ne sono per tutti i gusti su tanti artisti per soddisfare tutte le esigenze.  Scegliete altrimenti una spilla o una collana.

 

PUZZLE

PUZZLE

Un amante dell’arte vorrà sicuramente riprodurre il suo quadro preferito quando ha tempo e allora cosa c’è di meglio di un bel puzzle? Se ne trovano di tutte le grandezze e sui quadri più famosi, da Monet a Hayez fino a Pollock.

 

SHOPPER BAG

LE ART-SHOPPER

Avete mai sognato di portare sempre con voi i vostri capolavori artistici preferiti ed i dipinti delle mostre che vi sono piaciute di più? Oggi tutto questo è realta grazie alle eleganti shopper firmate Skira Editore. Borse comode e pratiche da non lasciare mai a casa e regalo perfetto e adatto ad ogni occasione per amici e familiari amanti della cultura. Scegliete la vostra preferita nell’apposita sezione dedicata a questo link.

 

BIGLIETTI DI MOSTRE

I mondi bizzarri di Kuniyoshi in mostra a Milano

Un regalo davvero perfetto per chi ama l’arte sono i biglietti per andare alle mostre. L’ideale sarebbe ricevere due biglietti per portare una persona speciale ad ammirare i quadri di qualche celebre artitsa. Regalare loro un biglietto per una mostra, magari per due persone, è sicuramente un bel modo per contribuire a sostenere questa passione. Potrebbe anche essere un’occasione per sbizzarrire la vostra fantasia creando una busta colorata o particolare che rimandi all’artista a cui è dedicata la mostra.

 

UN VIAGGIO

UN VIAGGIO

Potrebbe apparentemente non c’entrare molto e invece perché non portare la persona che amate a vedere il suo quadro preferito o la galleria che tanto vorrebbe vedere? E’ il Louvre? E allora prendete i biglietti per Parigi che è anche una meta romantica.

 

 LIBRI D’ARTE

Infine, se volete andare sul sicuro, questo Natale potreste regalare ad un appassionato d’arte un libro che parli di grandi artisti o un prestigioso volume pubblicato in occasione delle mostre in programma in questo periodo in Italia, come ad esempio quelli presenti all’interno del catalogo Skira. Eccone alcuni che vi consigliamo:

Dylan/Schatzberg, con gli scatti iconici di Jerry Schatzberg

Il primo libro che riunisce gli iconici scatti di Schatzberg fatti a Bob Dylan, all’apice della sua carriera: i ritratti di studio, le fotografie in sala di registrazione, le rarità, i concerti. Le fotografie di Schatzberg catturano Dylan durante uno dei momenti più cruciali della storia della musica e includono le riprese di quello che sarebbe probabilmente diventato il suo più grande album, Blonde on Blonde.

Ver Sacrum. La rivista della Secessione viennese 1898-1903, di Valerio Terraroli

La rivista “Ver Sacrum” – il cui nome rimanda alla Primavera Sacra degli antichi popoli latini – fu l’organo di stampa della Secessione viennese e propose in modo originale nuove forme di progettazione e illustrazione. Il volume raccoglie, per la prima volta, le più innovative e creative copertine di “Ver Sacrum”, nonché un’antologia delle più significative xilografie, litografie e calcografie che hanno fatto di “Ver Sacrum” quello straordinario repertorio di invenzioni grafiche che tutti conoscono e ammirano.

Minimal Film, di Matteo Civaschi

Minimal Film è un libro di cinema raccontato attraverso la magia visiva del graphic design o un libro di graphic design raccontato attraverso la magia evocativa del cinema. L’intento di Minimal Film consiste nel rappresentare l’emozione del cinema attraverso la sintesi estrema e la semplicità delle forme tipiche di Shortology, un linguaggio immediato in grado di raccontare qualsiasi cosa attraverso i pittogrammi.

Nel segno di Caravaggio, di Stefano Zuffi

Il volume vuole avvicinarci a questo maestro dell’arte italiana da un punto di vista nuovo. Rinunciando per una volta alla consueta sequenza cronologica, le opere di Caravaggio sono qui considerate nel loro insieme, nei due decenni a cavallo dell’anno 1600. Di capitolo in capitolo, il volume indaga sugli aspetti particolari dell’arte del pittore milanese

© Riproduzione Riservata
Commenti