da non perdere

Le mostre da visitare questo week-end

Questo week end vi suggeriamo numerosi appuntamenti d’arte per chi vuole approfittare del lungo ponte dell'Immacolata
Le mostre da visitare questo week-end

MILANO – Un lungo fine-settimana d’arte attende tutti gli appassionati. Abbiamo selezionato le mostre più promettenti in Italia per chi vuole approfittare del lungo ponte dell’Immacolata. Da Milano a Catania, passando per Ferrara e Napoli i migliori eventi da non perdere.

I tre “baci” di Hayez – La più completa e aggiornata esposizione monografica su Francesco Hayez. Presso le Gallerie d’Italia – Piazza Scala, sede museale della Banca Intesa Sanpaolo a Milano, “Hayez”, una grande mostra sul maggiore interprete in pittura del Romanticismo. Fino al 21 febbraio 2016, saranno visibili al pubblico per la prima volta insieme le tre versioni del «Bacio» di Francesco Hayez.

Monet – Alla GAM di Torino la più grande monografica su Monet mai realizzata in Italia. Il Musée d’Orsay, che conserva la collezione più importante dell’opera dell’artista, ha concesso per quattro mesi oltre quaranta capolavori, per dare vita a una speciale rassegna che documenta l’attività del maestro, testimoniando i momenti più significativi e le svolte che, partendo dagli esordi, hanno portato l’artista a essere considerato il padre dell’Impressionismo. Fino al 31 gennaio 2016 si potranno ammirare anche alcune opere di carattere eccezionale, mai presentate prima in Italia: un esempio su tutti è quello del grande frammento centrale della Colazione sull’erba.

Toulouse-Lautrec – A Roma, al Museo Ara Pacis, i capolavori imperdibili di Henri de Toulouse-Lautrec. In mostra una selezione di opere conservate al Museo di Belle Arti di Budapest. Dal 4 dicembre 2015 fino all’8 maggio 2016 i lavori dell’artista francese rimarranno nella capitale. L’esposizione sul pittore bohémien della Parigi di fine Ottocento ripercorre la vita dell’artista dal 1891 al 1900, poco prima della sua morte avvenuta a soli 36 anni. La rassegna consentirà di portare a Roma il fiore della raccolta di opere di Toulouse-Lautrec conservata in Ungheriaseo di Belle Arti di Budapest, uno dei più importanti in Europa. Manifesti, illustrazioni, copertine di spartiti e locandine per un full immersion nella Parigi della Belle Époque. 

Dagli Impressionisti a Picasso – Fino al 10 aprile 2016 il Palazzo Ducale di Genova ospita la grande mostra “Dagli Impressionisti a Picasso. I Capolavori del Detroit Institute of Arts”, che raccoglie capolavori dall’Ottocento fino ad arrivare al Novecento più recente. Una selezione di 52 capolavori dei più grandi pittori del ‘900 nel loro periodo di massima espressione artistica. La mostra consente di ripercorrere la storia dell’arte europea a cavallo tra Otto e Novecento, dall’Impressionismo a Van Gogh e Cézanne, dall’Ecole de Paris alle avanguardie storiche, dalle spinte verso l’astrattismo di Kandinsky sino alla eccezionale parabola artistica di Picasso.

De Chirico – L’arte di Giorgio de Chirico torna a Ferrara a cent’anni dalla nascita della Metafisica. I capolavori che l’artista dipinse nella città estense tra il 1915 e il 1918 verranno esposti a Palazzo dei Diamanti in occasione della mostra “De Chirico a Ferrara. Metafisica e avanguardie”. L’esposizione sarà visitabile dal 14 novembre fino al 28 febbraio 2016. Raccoglie «il massimo numero di dipinti mai messi insieme» tra quelli realizzati da De Chirico nei tre anni di permanenza nella città emiliana. Ai lavori di De Chirico faranno eco le composizioni ispirate alla pittura metafisica di Carlo Carrà, Giorgio Morandi e Filippo de Pisis e alcuni dei capolavori dei più grandi artisti delle avanguardie europee, da Raoul Hausmann a George Grosz, da Renè Magritte a Salvador Dalí fino a Max Ernst.

Vesuvio 3d – Pompei e Ercolano, vita all’ombra del Vesuvio è il titolo della mostra a Villa Regina a Napoli. Per tutti gli appassionati una ricostruzione virtuale della zona archeologica attraverso 20 installazioni che comprendono le ricostruzioni del Foro di Pompei, delle Terme e del Teatro di Ercolano ancora sepolto sotto la città moderna. Un eccezionale evento per conoscere da vicino la storia con installazioni d’ultima generazione.

Il candore trasognato di Chagall – A Catania una retrospettiva dedicata al maestro bielorusso. “Chagall. Love and Life”: 140 opere, tra gouaches, olii, disegni, acquerelli, acqueforti e litografie, in esposizione fino al 14 febbraio, al Castello Ursino di Catania. La promettente esposizione è stata curata da Ronik Sorek e già precedentemente ospitata nell’allestimento romano del Chiostro del Bramante.

Alfonso Amorelli – Il negozio di antiquariato Fecarotta Antichità organizza una mostra dedicata interamente ad Alfonso Amorelli. Il ​pittore, valente decoratore, scenografo, è un artista poliedrico palermitano da riscoprire. Siracusano adottivo, compaesano del pittore Giambecchina, fu allievo del famoso ritrattista Bagherese Onofrio Tomaselli. La retrospettiva è disponibile fino al 6 dicembre.

© Riproduzione Riservata
Commenti