ARTE - Gli eventi da non perdere

Le mostre e gli eventi da non perdere questo weekend

La nostra rubrica “Artiamo in viaggio” questo weekend vi propone alcune tra le splendide mostre dedicate all’arte e alla fotografia in corso nel nostro Paese, per un fine settimana all’insegna dell’arte e della cultura...

Per “Artiamo in Viaggio” questa fine settimana vi proponiamo numerosi appuntamenti imperdibili in tutta Italia

MILANO – La nostra rubrica “Artiamo in viaggio” questo weekend vi propone alcune tra le splendide mostre dedicate all’arte e alla fotografia in corso nel nostro Paese, per un fine settimana all’insegna dell’arte e della cultura.

 

APERTURA STRAORDINARIA DI POMPEI ED ERCOLANO – I siti archeologici di Pompei, Ercolano, Oplontis, Stabia e il museo di Boscoreale resteranno aperti in via straordinaria il giorno 1 maggio 2015. Lo fa sapere la Soprintendenza Speciale per Pompei, Ercolano e Stabia. Si tratta di un’ulteriore opportunità offerta ai tanti visitatori che potranno così sfruttare le festività legate al ponte del 1 maggio. I siti archeologici saranno visitabili dalle 8,30 alle 19,30. I biglietti sono in vendita alle tariffe ordinarie.

 

HENRI CARTIER-BRESSON, la mostra fotografica a Vigevano –  “Immagini e parole” è il titolo della mostra ospitata nella Seconda Scuderia del Castello Sforzesco di Vigevano, e che resterà aperta al pubblico sino al 5 luglio. Un’occasione imperdibile per ammirare alcuni tra i capolavori più toccanti e realistici del famoso fotografo francese, considerato un pioniere del foto-giornalismo. Suoi sono alcuni dei reportage più famosi del secondo dopo guerra. La mostra, curata da Alessandra Mauro, è accompagnata da un libro pubblicato da Contrasto.

AMEDEO MODIGLIANI a Torino – La nuova mostra alla Gam di Torino aperta dal 14 marzo, ha un protagonista d’eccezione: Amedeo Modigliani, uno dei maggiori interpreti della pittura del Novecento. Intorno alla figura centrale di Modigliani è presentata la straordinaria atmosfera culturale creata dalla “École de Paris”, la corrente che ebbe protagonisti alcuni artisti attivi nel primo dopoguerra che si raccolsero intorno a Montmartre e Montparnasse uniti dal desiderio di vivere in pieno il clima artistico e culturale di Parigi, creando una completa simbiosi tra vita e arte.

WORLD PRESS PHOTO, la mostra fotografica a Roma – Mercoledì 29 aprile 2015 è stata inaugurata, presso il Museo di Roma in Trastevere, la mostra World Press Photo 2015. L’esposizione rimarrà aperta al pubblico fino al 22 maggio. La mostra World Press Photo non è soltanto una galleria di immagini sensazionali, ma è anche un documento storico che permette di rivivere gli eventi cruciali del nostro tempo. Il suo carattere internazionale, le centinaia di migliaia di persone che ogni anno nel mondo visitano la mostra, sono la dimostrazione della capacità che le immagini hanno di trascendere differenze culturali e linguistiche per raggiungere livelli altissimi e immediati di comunicazione.

 

DA DEGAS A PICASSO a Pavia – Le scuderie del Castello Visconteo di Pavia inaugurano, dal 21 marzo al 19 luglio, la mostra “ Da Degas a Picasso”, che mette in scena i capolavori della Johannesburg art gallery. Aperta al pubblico nel 1910, la Johannesburg Art Gallery vanta una collezione di altissima qualità dal punto di vista del patrimonio artistico. Le opere sono state raccolte così come concepite nel 1910 da Sir Hugh Lane, gallerista londinese che raccolse i pezzi della collezione di Lady Phillips. Grazie ai fondi del marito, Lionel Phillips, miliardario possidente di cave minerarie, Lady Phillips riuscì a far costruire a Jaohannesburg l’edificio che fu sede della galleria, aperto al pubblico agli inizi della prima guerra mondiale senza alcuna inaugurazione.

 

ELLIOTT ERWITT, la mostra fotografica a Lucca – Fino al 30 agosto Lucca ospiterà la mostra “Elliott Erwitt. Retrospective” a cura di Maurizio Vanni, organizzata dal Lu.C.C.A. – Lucca Center of Contemporary Art in collaborazione con la Magnum Photos di Parigi e prodotta da MVIVA. L’esposizione è la terza di una serie di mostre organizzate con l’agenzia parigina, dopo quelle di Henri Cartier-Bresson e Robert Capa. La mostra vuole indagare il lavoro del fotografo statunitense, figlio di ebrei russi, noto per i suoi scatti in bianco e nero che ritraggono situazioni ironiche ed assurde di tutti i giorni, attraverso 136 fotografie che rappresentano una panoramica esaustiva ed unica della storia del fotografo.

ESCHER a Bologna – Escher, dopo il grande successo della tappa romana con i suoi oltre 200.000 visitatori, arriva a Bologna portando costruzioni impossibili, esplorazioni infinite, giochi di specchi, motivi e geometrie interconnesse, ovvero il meraviglioso mondo di fantasia sbrigliata dell’artista che più di ogni altro trasforma l’ambiguità visiva in ambiguità di significato, che incanta con disegni e litografie che col passare del tempo hanno visto gli impieghi più disparati – come copertine di famosi long playing, (i 33 giri), scatole da regalo, francobolli, biglietti d’auguri e piastrelle -, per poi diventare vere e proprie opere d’arte.

STEVE MCCURRY, la mostra fotografica a Roma – “Steve McCurry oltre lo sguardo” sarà al Teatro1 di Cinecittà fino al 20 settembre 2015, con oltre 150 immagini di grande formato, una audioguida a disposizione di tutti i visitatori nella quale l’artista racconta in prima persona le sue foto e una serie di 6 video dedicati ai suoi viaggi e al suo modo di concepire la fotografia. Proprio a partire dalle foto scattate a Cinecittà, la nuova mostra di Steve McCurry, presenta al pubblico i suoi lavori più recenti e una serie di scatti che sono legati a questa sorprendente ricerca, che si spinge oltre lo sguardo, che attraversa porte e finestre per raccontare lo spazio e la luce, per vincere il dolore e la paura.

PICASSO a Catania – Catania ancora nel nome dell’arte, dopo l’enorme successo della mostra al Castello Ursino “Artisti di Sicilia”, con la partecipazione straordinaria del maestro Giuseppe Tornatore, continua ancora a sorprendere gli amanti della cultura. Dal 4 aprile al 28 giugno, oltre duecento opere di Pablo Picasso si riuniranno nelle sale del Castello Ursino di Federico II di Svezia, oggi sede del Museo Civico di Catania, per raccontare al pubblico le grandi passioni che animarono l’artista spagnolo. Un’opportunità unica, non solo per la grande portata artistica-culturale, ma anche per l’orgoglio di tutta la comunità etnea.

LEONARDO DA VINCI a Milano – Il genio è tronato. La straordinaria mostra, fruibile dal 16 aprile a Palazzo Reale, è la più grande e importante esposizione dedicata a Leonardo mai realizzata in Italia. L’evento è frutto di un intenso lavoro di cinque anni: l’esposizione è curata da Pietro C. Marani e Maria Teresa Fiorio, tra gli storici dell’arte più importanti per gli studi sul grande genio del Rinascimento, e raccoglie oltre 200 opere da un centinaio di musei e istituzioni da tutto il mondo, che hanno eccezionalmente prestato opere preziose delle loro collezioni, come i tre dipinti di Leonardo provenienti del Louvre e i trenta disegni autografi della collezione di Sua Maestà la Regina Elisabetta II. Anche la Pinacoteca Ambrosiana, considerata la casa milanese di Leonardo, che presta il celebre “Ritratto di Musico” e ben trentotto disegni dal codice Atlantico, è tra i principali protagonisti della mostra.

 

RENATO GUTTUSO a Bagheria – Da Moravia a Picasso, da Neruda a Fontana a Manzù, i personaggi del ‘900 immortalati da Renato Guttuso in celebri quadri sono in mostra fino al 21 giugno negli spazi del Museo Guttuso di Bagheria. Nello straordinario complesso monumentale tardo barocco di Villa Cattolica, sono riuniti sia i numerosi ritratti sia gli autoritratti, provenienti da musei italiani (Gnam, Uffizi) e collezioni private, nonché alcuni inediti, come il dipinto del 1959 che ritrae Giovanni Pirelli.

HENRI ROUSSEAU a Venezia – ‘Henri Rousseau. Il candore arcaico” è il titolo della mostra dedicata all’artista francese a Palazzo Ducale, a Venezia, dal 6 marzo al 5 luglio. La rassegna presenta una quarantina di opere di Rousseau, detto ‘Doganiere’, in ‘dialogo’ con un’altra sessantina di lavori che spaziano dal ‘400 ai suoi ‘contemporanei’ fino a Morandi, Carra o Frida Kahlo. Il progetto è nato da un’idea di Gabriella Belli e Guy Cogeval ed è promosso dalla Fondazione Musei Civici di Venezia.

 

DEMONI E INQUIETUDINI a Rovigo – Angeli e demoni sono le guest star della mostra allestita a Palazzo Roverella di Rovigo. Il titolo? “Il demone della modernità”, ça va sans dire. Ma la modernità di cui si parla nei dipinti esposti, come detto, è assai particolare. Va dal tardo Ottocento ai primi tre decenni del “secolo breve” ed è popolata da inquietudini, vola in sospeso tra conscio ed inconscio, tra prefigurazioni di morte e destini di luce, incubi e sogni. Ci sono lavori di James Ensor, Franz Von Stuck, Leo Putz, Odillon Redon, Arnold Boecklin, Paul Klee, Max Klinger, Leon Bakst, Alfred Kubin, Felicien Rops, Gustav Moreau. Ma sono solo alcuni dei nomi degli artisti presenti. Fino al 14 giugno.

 

 

1 maggio 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti