MiBACT

L’annuncio di Franceschini: “Nuove soprintendenze e musei autonomi”

Il Ministro dei Beni e delle Attività culturali illustra la seconda parte della sua riforma. Tutte le novità previste
8 marzo, musei gratuiti per le donne.

MILANO – Niente più soprintendenze separate e 10 nuovi musei in arrivo. La riforma del ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, varata nel 2014, entra nel vivo. La seconda fase prevede molte novità, novità che sono state illustrate oggi alle commissioni cultura di Camera e Senato dal ministro Dario Franceschini. Ad esempio una soprintendenza unica per Archeologia, Belle Arti e Paesaggio, che permetterà di aumentare i presidi sul territorio. Si aggiungono ai primi 20 già noti nuovi istituti e parchi archeologici, previsti tra Roma, Tivoli, Ercolano, Campi Flegrei, Parma e Trieste. I relativi direttori saranno scelti con la procedura di selezione internazionale. Ecco l’elenco:

1) il Complesso monumentale della Pilotta di Parma (che unifica in un’unica gestione la Biblioteca palatina, la Galleria Nazionale, il Museo Archeologico Nazionale)
2) i Musei delle Civiltà all’EUR (che unifica in una sola gestione il Museo Nazionale Preistorico e Etnografico, il Museo nazionale delle arti e tradizioni popolari e il Museo dell’Alto Medioevo)
3) il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia (Roma)
4) il Museo Nazionale Romano
5) il Museo storico e il Parco del Castello di Miramare a Trieste
6) il Parco Archeologico dell’Appia Antica
7) il Parco archeologico dei Campi Flegrei (Bagnoli, Baia e Bacoli)
8) il Parco archeologico di Ercolano
9) il Parco archeologico di Ostia Antica

© Riproduzione Riservata
Commenti