visitare il Colosseo

Come visitare il Colosseo, il Foro e il Palatino rimanendo a casa

Il Colosseo, il Foro e il Palatino risplendono nel video disponibile sul canale YouTube del MiBACT per la campagna #iorestoacasa
Come visitare il Colosseo, il Foro e il Palatino rimanendo a casa

Il Colosseo, il Foro e il Palatino risplendono nel video disponibile sul canale YouTube del MiBACT. Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus i musei, i parchi archeologici e gli istituti autonomi statali stanno fornendo contributi audiovisivi di ogni genere. Un modo per permettere alle persone di continuare a godere del patrimonio culturale nazionale.

 

Il video

L’attenzione alle famiglie con le numerose attività e laboratori per bambini e ragazzi alle attività di studio e ricerca, con la possibilità di ammirare luoghi meno noti come la domus di Scauro. Gli scavi realizzati insieme a studenti e specializzandi per la formazione specialistica sul campo ai percorsi multimediali attraverso i luoghi di Nerone, Augusto e Livia. Dalle opere di manutenzione e restauro all’Arco di Tito, con l’inconsueto accesso a una scala interna al monumento trionfale, al lavoro quotidiano del personale nel Parco Archeologico del Colosseo. Questo e molto altro è visibile nel video che illustra il Colosseo, uno dei luoghi iconici del patrimonio culturale mondiale. Un luogo pronto ad accogliere nuovamente appena possibile chi vorrà godere dal vivo dei suoni e delle luci che animano le memorie più preziose della nostra storia.

Il dietro le quinte del Colosseo

Con questa iniziativa il Mibact, attraverso un impegno corale di tutti i propri istituti, mostra così non solo ciò che è abitualmente accessibile al pubblico. Un modo per ammirare anche il dietro le quinte dei beni culturali con le numerose professionalità che si occupano di conservazione, tutela, valorizzazione. Attraverso il sito e i propri profili social facebook, instagram e twitter il Ministero rilancia le numerose iniziative digitali in atto.

Sulla pagina La cultura non si ferma del sito, in continuo aggiornamento, sono inoltre già presenti diversi contributi dei luoghi della cultura statali del Lazio.

© Riproduzione Riservata
Commenti