Il murales di Foggia

Closcià, l’enorme murales a Foggia dedicato ai senzatetto

Dopo il murales di Banksy in cui Babbo Natale era un senzatetto, ecco il bellissimo murales di Foggia dedicato ad Antonio, un clochard di 62 anni con un passato nella marina militare
murales-foggia

Un enorme murales, lungo 38 metri e alto 10, è comparso a Foggia sulla facciata di un palazzo in via Montegrappa. L’opera si chiama Closcià ed è così che in dialetto foggiano si pronuncia la parola clochard

Un’opera di strada dedicata ai senzatetto

Nel disegno in bianco e nero è ritratto Antonio, un senzatetto di 62 anni con un passato da sottufficiale nella marina militare. Oggi Antonio vive in una villa abbandonata nella periferia della città e vive di espedienti. L’installazione è stata realizzata dal fotografo foggiano, Alessandro Tricarico, con l’intento di creare un’opera di strada che fosse dedicata alla gente di strada. L’opera è stata pensata e ideata in collaborazione con l’associazione Fratelli della stazione. Nei giorni successivi l’installazione è stata realizzata anche un’iniziativa dal titolo “Scarpa a sorpresa”, che prevedeva la possibilità di acquistare un paio di scarpe da donare ai più bisognosi. 

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Paola Iafelice (@paolaiafelice) in data:

 

 

© Riproduzione Riservata
Commenti