Come leggere un'opera d'arte

Che cos’è un’opera d’arte?

Per la prima puntata della nostra rubrica “Come leggere un’opera d’arte” questa settimana partiamo con il capire che cosa si intende quando parliamo di bellezza, intesa come “bello estetico”, del termine “arte

MILANO – Per la prima puntata della nostra rubrica “Come leggere un’opera d’arte” questa settimana partiamo con il capire che cosa si intende quando parliamo di bellezza, intesa come “bello estetico”, del termine “arte” e sul concetto di cosa sia un’opera d’arte.

 

ARTE E OPERA D’ARTE – Il significato della parola “arte” non è definibile in maniera univoca ed assoluta. La sua definizione è variata nel passaggio da un periodo storico ad un altro, e da una cultura ad un’altra. Tuttavia, pur nelle diverse connotazioni finora date al concetto di “arte”, Vittorio Sgarbi, In una recente intervista sul magazine “Centoparole”, ci illumina il tal senso: “’arte è la creazione dell’uomo in competizione con Dio. Chiedere cosa sia l’arte, è come chiedere cosa siano la montagna, il mare… sono domande che, secondo me, non hanno un senso. L’arte, come il mare e la montagna, esiste. Ripeto è la creazione dell’uomo in concorrenza con Dio. È la capacità di creare vita nelle immagini, di creare vita con le immagini. La scultura, come il ‘David’ di Michelangelo, non è una semplice opera d’arte: il ‘David’ è una persona vivente. L’arte non è per me…è per tutti!”. Perciò, per “arte” ci possiamo riferire, per comprenderla, direttamente a ciò che è stato creato sotto la sua “etichetta”: e cioè all’opera d’arte (manufatto).
LE “DIECI” ARTI – In generale, l’arte, nel suo significato più ampio, comprende ogni attività umana, svolta singolarmente o collettivamente, che porta a forme di creatività e di espressione estetica, poggiando su accorgimenti tecnici, abilità innate o acquisite e norme comportamentali derivanti dallo studio e dall’esperienza. Nella sua accezione odierna, l’arte è strettamente connessa alla capacità di trasmettere emozioni e ‘messaggi’ soggettivi. Tuttavia non esiste un unico linguaggio artistico e neppure un unico codice inequivocabile di interpretazione. Nel suo significato più sublime, l’arte è l’espressione estetica dell’interiorità umana. Rispecchia le opinioni dell’artista nell’ambito sociale, morale, culturale, etico o religioso del suo periodo storico.
Possiamo suddividere le diverse espressioni artistiche prendendo in considerazione le principali forme di arte, da cui emanano o a cui si ricollegano tutte le altre – dette arti minori – sono:
1. Pittura (inclusi il disegno, l’incisione e la grafica digitale)
2. Scultura (inclusi l’oreficeria, l’arte tessile, l’arazzo e l’origami)
3. Architettura
4. Letteratura
5. Musica
6. Danza
7. Teatro
8. Cinema (inclusa la videoarte)
9. Fotografia (inclusa la multivisione)
10. Fumetto
Esse possono essere raggruppate in arti visive, che non richiedono un’esecuzione perché l’opera si presenta al fruitore già perfetamente definita, e arti performative, che invece richiedono all’artista non solo di essere prodotte, ma anche eseguite:

 

Arti visive:
1. Pittura
2. Scultura
3. Architettura
4. Scrittura (forma di letteratura)
5. Fotografia
6. Fumetto
Arti performative:
1. Musica
2. Danza
3. Teatro
4. Cinema
5. Lettura (forma di letteratura)

 

IL CONCETTO DI BELLEZZA E DI OPERA D’ARTE – Sempre per Sgarbi “la bellezza è quello che muove nel cuore delle persone un sentimento di armonia, di felicità” affermando che “la bellezza salverà il mondo; ciò vuol dire che la bellezza è condivisa, quindi non può essere soltanto per me”. Perciò la bellezza è qualcosa che pervade, che emoziona, come quando ci troviamo davanti a un quadro. Per bellezza estetica dunque intendiamo tutta la sfera emozionale che la visione di un’opera può toccare, suscitando in noi le più diverse emozioni.  A questo punto, che cos’è un’opera d’arte?

 

Per opera d’arte si intende un manufatto prodotto dall’uomo, di qualsiasi materiale, dotato di caratteristiche estetiche, e cioè che in esso vediamo determinati caratteri che ci stimolano alla visione, capace di suscitare emozioni, sensazioni e sentimenti.
In generale, possiamo dire che un’opera d’arte si può scindere in tre parti fondamentali:

1. il soggetto

2. la forma

3. il contenuto.

Il primo, il soggetto, è il tema che l’opera affronta. La forma è la parte visibile e tattile di un’opera. Il contenuto è ciò che un’opera comunica.

 

 

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Commenti