Botero, arriva in Italia la più grande retrospettiva dedicata all’artista

Il Complesso del Vittoriano ospita la prima grande retrospettiva in Italia dedicata all’opera dell'artista colombiano, famoso e popolare in tutto il mondo per il suo inconfondibile linguaggio pittorico
Botero, la più grande retrospettiva dedicata all'artista in programma a Roma
MILANO – Ripercorrere attraverso una cinquantina di capolavori, molti dei quali in prestito da tutto il mondo, oltre 50 anni di carriera Fernando Botero dal 1958 al 2016. Dal 5 maggio al 27 agosto il Complesso del Vittoriano – Ala Brasini a Roma ospita la prima grande retrospettiva in Italia dedicata all’opera dell’artista colombiano, famoso e popolare in tutto il mondo per il suo inconfondibile linguaggio pittorico, immediatamente riconoscibile.
OPERE ICONICHE – Le sue opere conducono in una dimensione onirica, fantastica e fiabesca dove si percepisce forte l’eco della nostalgia e di un mondo che non c’è più o in via di dissoluzione. Uomini, animali, vegetazione i cui tratti e colori brillanti riportano immediatamente alla memoria l’America Latina dove tutto è più vero del vero, dove non c’è posto per la sfumatura e che anzi favorisce l’esuberanza di forme e racconto.

LA MOSTRA – La mostra apre a Roma sotto l’egida dell’Istituto per la storia del Risorgimento italiano, promossa dall’Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali di Roma Capitale, con il patrocinio della Regione Lazio. Organizzata e co-prodotta da Gruppo Arthemisia e MondoMostreSkira, è curata da Rudy Chiappini in stretta collaborazione con l’artista.

© Riproduzione Riservata