Sei qui: Home » Arte » Arte, 5 mostre da visitare il fine settimana del 16-17 ottobre
Le mostre

Arte, 5 mostre da visitare il fine settimana del 16-17 ottobre

Per questo weekend vi proponiamo 5 nuovissime mostre da vedere assolutamente per passare una giornata immersa nell'arte

Anche per questo fine settimana vi proponiamo 5 nuove mostre da visitare per trascorrere una giornata di relax all’insegna dell’arte. Da Mantova a Roma  ecco quali sono le mostre da vedere nel weekend.

Dante e la cultura del Trecento a Mantova – Mantova

All’interno del programma nazionale delle celebrazioni dantesche, Palazzo Ducale ha previsto una mostra dedicata ai rapporti tra la città di Mantova e il sommo poeta, con approfondimenti sulla cultura del Trecento nel territorio. L’esposizione – la prima mai dedicata alle arti del XIV secolo della città – mette a fuoco la cultura letteraria e figurativa dei primi del Trecento: sono i decenni che videro Bonacolsi e Gonzaga avvicendarsi alla guida di una città pronta ad affermarsi nel panorama geopolitico del tempo, e che forse ospitò per un breve periodo il “ghibellin fuggiasco”.

Inferno – Roma

La mostra indaga l’universo infernale, i suoi paesaggi e suoi abitanti, raccontandone la fortuna iconografica nel corso dei secoli, così da offrire una nuova interpretazione all’immaginario visuale del poeta fiorentino che di quell’universo ha elaborato nella Commedia una vera e propria mappa mentale e simbolica. Un’occasione unica per ammirare opere di valore storico-artistico assoluto, a cominciare dalla Voragine infernale di Sandro Botticelli e la versione in gesso della monumentale e celeberrima Porta dell’Inferno di Auguste Rodin, oltre a Giudizio Finale di Beato Angelico, Le tentazioni di Sant’Antonio Abate di Jan Brueghel, Luciferodi Franz Von Stuck, Sternenfall di Anselm Kiefer.

5 mostre da non perdere ad Ottobre 2021

5 mostre da non perdere ad Ottobre 2021

Ecco 5 appuntamenti con le mostre d’arte da non perdere nel mese di ottobre, primo mese autunnale, perfetto per passare un pomeriggio all’insegna dell’arte e della cultura

 

Da Genova ai mari del Sud – Genova

Tra le nuove mostre quella su Corto Maltese. L’eroe di Hugo Pratt torna nella città dove tutto è iniziato per una grande mostra. Nella cornice di Palazzo Ducale più di 200 pezzi originali, tra disegni, acquerelli e rarissime tavole ripercorreranno il lavoro di uno dei più amati fumettisti e disegnatori italiani. Ci sarà anche una storia inedita nel Belpaese, La giustizia di Wahtee del 1955, in prestito da collezionisti privati sudamericani. Un’installazione in multivisione” guiderà i visitatori lungo sale tematiche, ciascuna dedicata a una dimensione differente del “mondo Pratt”, tra ribelli e donne bellissime, tra giungle esotiche, indiani delle praterie e riflessi del Mediterraneo, i riferimenti letterari di Kenneth Roberts, Fenimore Cooper e James Olivier Curwood.

Allegretto Nuzi e il ‘300 a Fabriano. Oro e colore nel cuore dell’Appennino – Fabriano

Questa attesissima mostra, curata da Andrea de Marchi e Matteo Mazzalupi e promossa dal Comune di Fabriano e dalla Soprintendenza Archeologia Belle Arti con la collaborazione e l’apporto di diverse istituzioni italiane e internazionali, riesce per la prima volta nella “impresa impossibile”: riportare a Fabriano una trentina di opere del grande Maestro prestate per l’occasione, fra cui undici tavole da musei stranieri.Per dare contezza del singolare momento artistico fabrianese della seconda metà del ‘300, queste opere sono affiancate a una serie di sculture di altri artisti del territorio, sculture che nelle loro cromie, ma non solo, risentono in modo evidente dell’influenza di Allegretto e della sua scuola.

How many landscapes? – Verona

La mostra introduce VISUAL ART COLLECTIONS MANAGEMENT AND CURATING, progetto di Fondazione Cariverona realizzato in collaborazione con Università di Verona, Accademia di Belle Arti di Verona, IUSVE, Urbs Picta e a cura di Jessica Bianchera, finalizzato alla formazione dei giovani e all’analisi di dinamiche sociali, culturali e territoriali attraverso i linguaggi dell’arte contemporanea. Nel suo primo ciclo, il workshop coinvolgerà gli studenti in una riflessione sul ruolo dell’arte, e in particolare della fotografia, come strumento di analisi, documentazione e rilettura di un territorio, sia nella sua dimensione urbana/architettonica, sia in quanto luogo di produzione culturale e sede di dinamiche sociali complesse.

 

© Riproduzione Riservata