Sei qui: Home » Arte » Fine settimana con l’arte, 5 mostre da vedere l’8-9 Gennaio
Cosa fare

Fine settimana con l’arte, 5 mostre da vedere l’8-9 Gennaio

Ecco quali mostre visitare nel fine settimana dell' 8-9 gennaio in tutta Italia per un weekend all'insegna dell'arte

Nel fine settimana dell’ 8-9 gennaio vi proponiamo 5 mostre da visitare per trascorrere un weekend all’insegna dell’arte e della cultura in tutta Italia.

5 mostre da vedere il secondo weekend di Gennaio

Amalfi anni ’50 e ’60 – Alfonso Fusco, fotografo, Amalfi

Un progetto realizzato dall’Amministrazione Comunale di Amalfi – guidata dal Sindaco Daniele Milano – con la collaborazione della famiglia Fusco. L’iniziativa è promossa dall’Assessorato alla Cultura – retto da Enza Cobalto – curata da Puracultura e patrocinata dal Centro di Cultura e Storia Amalfitana. Alfonso Fusco, amalfitano, classe 1938 e scomparso da pochi anni, ha operato come fotografo a cavallo tra gli anni ‘50 e ‘60: nel suo archivio rinvenuto dalla famiglia emergono migliaia di negativi che testimoniano i cambiamenti in corso in quel preciso periodo che va dalla fine della seconda guerra mondiale all’inizio della “dolce vita” amalfitana. Tra le mostre da vedere questo fine settimana.

L’osteria dei pittori, Roma

Sono cinquanta gli artisti, fra i migliori dell’attuale pa- norama, che hanno accettato di utilizzare dei semplici tova- glioli di stoffa per realizzare le proprie opere. L’insieme di esse fornirà la mise in scène di un cenacolo di artisti entro il quale ogni singolo tovagliolo può essere il simbolo di chi, mangiando bevendo parlando, magari progetta una rivoluzione che cambierà il mondo o inaugura una nuova Avanguardia artistica. Non pensiamo solo ai Menghi ma al Cabaret Voltaire di Zurigo, a Le Chat noir di Parigi, ai caffè Aragno e Greco nella Roma del primo-Novecento, al Jamaica di Milano, a Rosati, a Canova, al Bar della Pace, a Pommidoro. 

le-5-piu-belle-mostre-a-gennaio-2022-1201-568

Le 5 mostre da non perdere a Gennaio 2022

Nel mese di Gennaio arrivano in tutta Italia nuove mostre da non perdere assolutamente. Ecco quali sono le 5 da non perdere

 

La Luce del Sacro: Icone russe a Palazzo Pitti, Firenze

L’arte religiosa della Grande Madre Russia da domani trova un posto nel cuore di Firenze, nella reggia di Palazzo Pitti, dove sarà esposta in maniera permanente a partire dal 2 gennaio. La collezione di 78 icone russe, raccolta a Firenze già dai Medici e soprattutto dai Lorena nel corso del Settecento, la più antica del genere al mondo al di fuori della Russia stessa, verrà infatti per la prima volta esposta in un nuovo allestimento. Si tratta di quattro grandi sale con affreschi seicenteschi affacciate sul cortile al piano terra di Palazzo Pitti: appena restaurati, questi spazi entrano ora a far parte del normale percorso di visita della reggia. Tra le mostre per il weekend.

PriamArt, Savona

Tra le mostre da vedere PriamArt. Da mercoledì 5 a domenica 16 gennaio 2022 torna PriamArt, rassegna artistica che espone nel Palazzo del Commissario le opere di Aurora Bafico, Balàzs Berzsenyi, Paola Bradamante, Rosa Brocato, Gianni Carrea, Teresa Fior, Corrado Leoni, Pier Giorgio Leva, Aldo Marrale (Maurice), Enrico Merli, Agnese Valle. La nona edizione di PriamArt, curata da Luciano Caprile, è organizzata da EventidAmare e dall’associazione culturale Liguria-Ungheria. La Fortezza Priàmar rappresenta un prestigioso spazio espositivo. Durante PriamArt i visitatori possono ammirare al suo interno le opere di undici artisti di assoluto valore, dai molteplici e variegati stili pittorici e fotografici. 

Neapolis. Nuova città, nuove arti, Napoli

La mostra è dedicata alle più recenti tendenze dei linguaggi artistici. Dopo uno stop forzato causato dalla pandemia, SIEDAS – Società Italiana Esperti di Diritto delle Arti e dello Spettacolo – ha deciso di dare nuovamente voce a 20 giovani artisti provenienti dalle principali Accademie di Belle Arti italiane e non solo.
Ancora una volta, per la sede dell’esposizione la scelta è ricaduta sul capoluogo partenopeo, innegabilmente caratterizzato da una fervida accoglienza nei confronti degli stimoli culturali. Le opere anche in questo caso spaziano dalla pittura alla scultura senza trascurare installazioni video.

© Riproduzione Riservata