Inaugurazione miart 2014

Al via miart 2014, la fiera internazionale d’arte di Milano

Saranno 148 le Gallerie internazionali d'arte moderna, contemporanea, design che miart 2014 presenterà dal 28 al 30 marzo nel padiglione 3 di fieramilanocity...

E’ stata inaugua oggi la fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea a Milano. Artisti italiani e internazionali esporranno le loro opere dal 28 al 30 marzo presso la Fieramilanocity

MILANO – Saranno 148 le Gallerie internazionali d’arte moderna, contemporanea, design che miart 2014 presenterà dal 28 al 30 marzo nel padiglione 3 di fieramilanocity; 60 saranno estere, provenienti da 20 Paesi del mondo, e rappresenteranno il 45% delle partecipazioni alla fiera presentata oggi in conferenza stampa. Miart è diretta da Vincenzo de Bellis, che abbiamo già avuto modo di conoscere in una precedente intervista, e organizzata da Fiera Milano.

MIART, TEATRO DI CREATIVITA’, LIBERTA’, CULTURA – “L’arte, in tutte le sue forme, rappresenta da sempre un’eccellenza storica e culturale del nostro Paese – afferma Michele Perini, Presidente di Fiera Milano – e Milano è uno dei centri più vitali per l’arte moderna e contemporanea: per questo, ancora una volta, siamo fieri che miart e Milano possano confermarsi teatro di questo incredibile mondo di creatività, libertà, cultura ma anche business dando un nuovo impulso alla valorizzazione di questo settore in Italia e all’estero”.

MIART, CRESCITA DI QUALITA’ – “Rispetto all’anno scorso abbiamo un incremento significativo sia dal punto di vista numerico (130 le gallerie che espongono di cui 50 internazionali nel 2013, 148 e 62 internazionali questa edizione 2014) sia dal punto di vista della qualità. – spiega Vincenzo DeBellis – Miart si propone come punto di riferimento fieristico sia per l’Italia che per l’estero. Abbiamo l’onore di ospitare le gallerie che espongono nelle fiere internazionali più famose del settore. Inoltre siamo il secondo punto di riferimento mondiale per la promozione di giovani artisti. Il mio desiderio è che questa fiera venga conosciuta come una ‘Fiera curata’, dal punto di vista dell’accuratezza che ci mettiamo nella selezione e nell’organizzazione e la cura che mettiamo nel seguire ogni gallerista.”

MILANO, CAPITALE D’ARTE E INNOVAZIONE – “Milano durante miart rivela in tutta la sua pienezza il ruolo di capitale d’arte e innovazione, di cultura e avanguardia, di tradizione e sperimentazione – ha dichiarato l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno –. Non solo, ma si dimostra un perfetto alleato tramite un approccio sistemico tra spazio pubblico e privato, unendo in sinergia appuntamenti importanti di grandi mostre, come la mostra dedicata a regina Regina José Galindo e a Piero Manzoni, inaugurate nella settimana precedente alla Fiera e che l’affiancheranno, in una grande festa che non farà che confermare la dimensione internazionale di Milano”.

PREMIO ACACIA – Nel 2014 ritorna l’importante collaborazione con ACACIA-Associazione Amici Arte contemporanea Italiana. Oggi in anteprima è stato svelato il nome dell’artista vincitore dell’undicesima edizione del Premio riservato ad un giovane artista con lo scopo di sostenerne e promuoverne la creatività. La vincitrice è l’artista e scultrice Tatiana Trouvè.

LE SEZIONI DI MIART – Quattro le sezioni di questa diciannovesima edizione: Established (suddivisa al suo interno in Master, con una selezione di 42 gallerie che propongono gli artisti storicizzati, e Contemporary, dedicata a 64 gallerie specializzate nel contemporaneo); Emergent per 20 gallerie d’avanguardia focalizzate sulla ricerca sui giovani artisti; THENnow che presenta, su invito, 18 gallerie nelle quali sono messi a confronto un artista storico e uno appartenente a una generazione più recente; e Object, dedicata ad una selezione di 10 gallerie attive nella promozione di oggetti di design contemporaneo concepiti in edizione limitata e fruiti come opere d’arte. Conflux è una nuova piattaforma, che propone 5 diversi progetti – site-specific, di artisti contemporanei internazionali – rappresentati da importanti gallerie provenienti dall’America Latina, Medio Oriente, Stati Uniti ed Europa.

IL CICLO DI CONFERENZE – Un nuovo ciclo di miartalks, in collaborazione con il Goethe-Institut Mailand, accompagnerà i giorni della fiera con una piattaforma per 14 interventi tra conferenze, conversazioni e interviste. Saranno coinvolti 38 personaggi internazionali come artisti, designer, direttori di museo, fashion designer, critici, curatori e collezionisti. Si affronteranno i temi della produzione e della distribuzione, sviluppando il programma in differenti variazioni attorno ai quattro capisaldi che rendono Milano una città di riferimento a livello internazionale: arte, collezione, design e moda curati rispettivamente da Edoardo Bonaspetti, direttore, Mousse Magazine; Alessandro Rabottini, curatore esterno, GAMeC Bergamo e MADRE Napoli; Maria Cristina Didero, curatrice indipendente, Milano e Direttore, Fondazione Bisazza, Vicenza; Alessia Glaviano, senior editor, Vogue, Milano. Proseguirà inoltre la serie di miartalks speciali in collaborazione con un progetto editoriale innovativo: 2014 series – tre conversazioni tra due relatori sul tema del tempo in relazione al fare arte, alla curatela e alla critica – sarà realizzato in collaborazione con ‘2014’, nuova pubblicazione quinquennale ideata dal curatore indipendente e direttore di NERO Magazine Luca Lo Pinto e dedicata a progetti d’artista, saggi, testi rieditati, immagini ritrovate in vecchie pubblicità.

27 marzo 2014

©RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti