Libri

#RingraziareVoglio, il progetto per celebrare la ricchezza della vita attraverso la poesia

Cos'è la felicità ed i consigli per raggiungerla

Il progetto, ideato da Lorenza Anselmi in collaborazione con la Scuola Holden, darà vita ad un racconto collettivo, ispirato alla visione di J.L. Borges e alla sua “Altra poesia dei doni”…

MILANO – Riconoscere e portare alla luce attraverso la poesia le sensazioni, le emozioni e i pensieri che danno profondità e colore all’esistenza, rendendoli patrimonio comune. E’ questo l’obiettivo di #RingraziareVoglio, il progetto ideato da Lorenza Anselmi in collaborazione con la Scuola Holden. Il progetto darà vita ad un racconto collettivo, ispirato alla visione di J.L. Borges e alla sua “Altra poesia dei doni”, una celebrazione della ricchezza della vita. a cui ognuno può partecipare, scrivendo il proprio #RingraziareVoglio. A raccontarci il progetto, che culminerà il 21 marzo in occasione della Giornata Mondiale della Poesia, è Lorenza Anselmi.

 

Come nasce il progetto #RingraziareVoglio?

#RingraziareVoglio nasce dalla volontà di fare un piccolo passo in direzione opposta al clima che respiriamo in questi tempi.

 

Perché per tale iniziativa avete deciso proprio la poesia “Altra poesia dei doni” di Jorge Luis Borges?

La poesia di Borges, come tutta la sua opera, è un inno alla vita. Un inno a tutti i suoi elementi. Dal particolare (il pane, il sale, le strisce della tigre), all’universale (l’amore, che ci fa vedere gli altri come li vede la divinità, la musica, misteriosa forma del tempo). Inoltre l’incipit della poesia è un’affermazione precisa e decisa. Non dico “grazie” per essere cortese e non lo dico per fare contento un dio. “Ringraziare voglio”. “Voglio” perchè è un’azione che mi rende sveglio e umano.

Nel momento che stiamo vivendo ci sembrava una bella attitudine a cui dare voce.

 

Come è possibile partecipare al progetto?

Per partecipare al progetto ci sono due modi:

  • inviando al sito ringraziarevoglio.it uno o più versi che completino l’incipit “Ringraziare voglio per…”
  • twittando i propri versi con l’hashtag #RingraziareVoglio

Il 21 marzo pubblicheremo tutti i contributi dagli account di Ringraziare Voglio e della Scuola Holden, andando a comporre “l’inesauribile poesia”, ideale proseguimento dell’opera di Borges.

 

Domani è la giornata mondiale della Poesia. Qual è lo stato della poesia oggi? E’ ancora un genere espressivo utilizzato come in passato?

Credo che oggi ci siano più di una barriera d’accesso alla poesia. Da una parte da piccoli, a scuola, ci fanno studiare le poesie in un momento in cui è impossibile capirne pienamente il significato. Più avanti, al liceo, si leggono esclusivamente poeti del passato che per forza non parlano la lingua di un giovane. Superato il liceo, al ricordo di una forma letteraria associata al vecchio, si somma la “poesia” che dilaga sui social media, fatta di cuori, ali e tramonti con panchina.

Per fortuna, sempre sui social, ci sono realtà che fanno un bellissimo lavoro di condivisione e promozione di vera poesia, passata e contemporanea. La poesia che abbraccia l’esistenza tutta e in alcuni casi, anche con un solo verso, ribalta da capo a piedi il punto di vista che avevamo su qualcosa. La poesia che ci fa uscire dalla nostra comfort zone!

#RingraziareVoglio, il progetto per celebrare la ricchezza della vita attraverso la poesia ultima modifica: 2017-03-20T10:17:44+00:00 da Salvatore Galeone

© Riproduzione Riservata
Tags