La lettera d’amore di Stendhal a Clémentine Curial

MILANO – Questa lettera dello scrittore francese indirizzata alla sua amata Clémentine, tratta da Lifgate, prova la relazione d’amore clandestina tra i due. La contessa Beugnot (1788-1840), era infatti sposata con il generale Philibert Jean-Baptiste Curial (1774-1829) e madre di tre figli: donna passionale ed esigente, fu lei a fargli dimenticare Metilde, deceduta prematuramente 1825.

 

“Quando ti vedo per tre giorni di seguito, angelo mio, mi sembra di amarti ancora di più, se possibile. Perché siamo più intimi e dopo tre giorni di intimità ciascuno ha abbandonato i sospetti e non desidera che amare ed essere felice. Come sono stato felice mercoledì! Segno questo giorno, perché Dio sa quando oserò inviarti questa lettera. La scrivo per sfogarmi. Oggi ti amo talmente, ti sono così legato, che ho bisogno di scriverlo. Se trascorressimo otto giorni insieme e i nostri cuori battessero sempre con lo stesso ardore, credo che finiremmo per non separarci più.”

 

LEGGI ANCHE: CHE COS’E’ LA SINDROME DI STENDHAL ? 

 

© Riproduzione Riservata
Commenti