Sei qui: Home » Società » Vivi per accumulare ricordi e non oggetti, troverai la vera ricchezza
riflessioni di vita

Vivi per accumulare ricordi e non oggetti, troverai la vera ricchezza

Se tutti riuscissimo a comprendere che il denaro non rappresenta il fine ultimo della vita, ma solamente il mezzo necessario per permetterci di viverla, allora gran parte dei problemi esistenti verrebbero debellati.

“Ciò che nella vita rimane non sono i doni materiali, ma i ricordi dei momenti che hai vissuto e ti hanno fatto felice.
La tua ricchezza non è chiusa in una cassaforte, ma nella tua mente.
È nelle emozioni che hai provato dentro la tua anima.”

Alda Merini

Al giorno d’oggi, vige una grande confusione attorno al concetto di ricchezza.
La maggior parte delle persone, infatti, associa il termine ricchezza ai possedimenti materiali e alla disponibilità economica in vita, senza tuttavia riuscire a capire che non possono certo essere degli oggetti inanimati o delle banconote di carta a fungere da detonatori della felicità.

Nel corso della storia, innumerevoli esempi hanno confermato quanto appena detto.
Quante persone ricche materialmente sono entrate in depressione? Quante persone dalla vita agiata sono arrivate a compiere il malsano gesto del suicidio?

Il fine ultimo della vita

Se tutti riuscissimo a comprendere che il denaro non rappresenta il fine ultimo della vita, ma solamente il mezzo necessario per permetterci di viverla, allora gran parte dei problemi esistenti verrebbero debellati. Riusciremmo innanzitutto a cambiare approccio verso di essa, dedicando maggior tempo ai nostri affetti e sottraendone un po’ al nostro lavoro. Riusciremmo, insomma, a vedere nitidamente il fine celato dietro la nostra esistenza, ovvero quello di generare il maggior numero possibile di bei ricordi.

I ricordi, testimonianza del nostro vissuto

I soldi, i beni materiali e qualsiasi altro oggetto inanimato potranno pur sempre divenire obsoleti, ma i ricordi, le sensazioni e le emozioni vissute rimarranno perennemente immuni a tali cambiamenti. Ciò che ci ha fatto battere intensamente il cuore, insomma, difficilmente potrà essere dimenticato finché siamo in vita. Perché è laddove subentra l’emozione che il ricordo si imprime in maniera indelebile nella nostra mente, dandoci la prova concreta di aver vissuto realmente.

Perché la lettura può cambiarci veramente la vita

Perché la lettura può cambiarci veramente la vita

Grazie alla lettura è possibile recupere i nostri tasselli mancanti, quelli che per natura noi tutti possediamo ma che, molte volte, rimangono nascosti tra le mura del nostro io.

Rendi la tua vita un ricordo meraviglioso

Ricorda che una vita può essere piena anche se vuota di beni materiali, ma non potrà mai essere altrettanto se vuota di ricordi. In fin dei conti, quando ci appresteremo a calare il sipario e a spegnere definitivamente le luci, non avrà più alcuna importanza l’incasso totale del botteghino. Ciò che realmente conterà, sarà solamente il ricordo che avremo dello spettacolo realizzato.

Gabriele Garelli

© Riproduzione Riservata