30 anni dal Muro di Berlino

Viaggio a Berlino, cosa è rimasto del Muro

A 30 anni dalla sua caduta, vi proponiamo un viaggio nell'affascinante Berlino, seguendo le tracce di quello che resta del Muro

Difficile trovare una città con una personalità forte come quella di Berlino. Ricca di storia, romantica, moderna, artistica e colta Berlino è una città che si ama o si odia, ma di certo bisogna conoscere. Infatti per gli appassionati di libri, arte e cultura risulta impossibile non considerare questa città e non pianificare un viaggetto per conoscerne l’anima.
Berlino è una città particolare: piegata da due guerre e dai bombardamenti, in ogni dove sorgono cantieri e dominano ovunque gru. Si sta ricostruendo, ancora, ma il nocciolo duro della sua identità è ancora saldo, su cui gli eventi hanno lasciato uno strato, rendendola bellissima a modo suo .
Per ricordare i 30 anni dalla caduta del Muro di Berlino, vi proponiamo un itinerario per andare alla ricerca di ciò che è rimasto di quel periodo storico, seguendo le tracce del muro.

Checkpoint Charlie

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da tip Berlin (@tipberlin) in data:


Il Checkpoint Charlie era il posto di blocco posto tra Berlino Ovest e Berlino Est. Si trovava su Friedrichstrasse, all’altezza dell’incrocio con Zimmerstrasse e collegava il quartiere sovietico di Mitte con quello americano di Kreuzberg, che oggi è uno dei quartieri più multiculturali della città. Venne istituito nell’agosto del 1962, dopo la costruzone del Muro di Berlino, ma con la riunificazione del 1989 venne rimosso. L’originale posto di guardia si trova nell’Allierten Museum, museo che vi farà conoscere meglio la guerra fredda. Nel 2000 però è stata inaugurata la ricostruzione fedele della prima cabina di controllo americana, grazie alla quale potrete farvi l’idea di come doveva essere.

East Side Gallery

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da OngCW (@stitch_ahpee) in data:

 Se volete vedere con i vostri occhi ciò che è rimasto del muro, dovete assolutamnente andare alla cosiddetta East Side Gallery. La East Side Gallery è un tratto di 1,3 km del Muro di Berlino che si trova in Mühlenstrasse, nella ex Berlino est. È la più lunga galleria d’arte all’aperto al mondo e ospita oltre cento dipinti murali originali. Infatti nel 1990, l’anno dopo la caduta del muro, moltissimi artisti da tutto il mondo, desiderosi di dimostrare il proprio amore per la libertà, si sono recati qui a Berlino per decorare il Muro. Alcuni di questi murales sono diventati molto famosi e iconici: come per esempio quello che ritrae il bacio tra Erich Honecker e Leonid Breznev.

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da GETS Agenzia Viaggi (@goldeneagleviaggi) in data:

 

Bernauer Strasse

Bernauer Strasse è una via situata nella parte settentrionale del centro di Berlino. Ve la segnaliamo perchè tra il 1961 e il 1989 una parte del Muro correva sul lato meridionale della strada. La Bernauer Strasse divenne scenario di una serie di fughe e tentativi di fuga verso Berlino Ovest. Dopo la costruzione del Muro, porte e finestre delle case che si affacciavano sulla strada furono murate, mentre i tetti vennero circondati da barriere.
Bernauer Strasse divenne famosa per i tentativi di fuga attuate dalle finestre. Celebre la foto del giovane agente del pronto intervento Conrad Schumann che il 15 agosto del 1961 saltò le protezioni di filo spinato ed entrò nel settore francese liberandosi del mitra.

 
 

 

© Riproduzione Riservata