I viaggi del lettore

Porto, un viaggio alla scoperta dei suoi luoghi nascosti

Malinconica e grigia, ma anche vivace e colora, Porto è una città con due anime. Noi vi portiamo alla scoperta dei suoi angoli nascosti, dei luoghi in cui ancora sopravvive il vero spirito portoghese
porto

Basta una passeggiata fra le strade di Porto per cogliere le due anime di questa città. Da una parte c’è la vecchia Porto, quella popolare e mercantile, con gli edifici decadenti e i graffiti che colorano i muri incrostati, poi c’è Ribeira, il quartiere luminoso che si affaccia sul fiume Douro. Elegante e decadente, colorata e austera, vivace e malinconica: sono i suoi contrasti a rendere questa città un luogo così affascinante. Piccola, accogliente ed economica, Porto è la città perfetta da visitare in pochi giorni. Su qualunque guida turistica potete scoprire gli itinerari ideali per visitare i monumenti della città, ma noi oggi vi vogliamo portare alla scoperta della cultura e del folclore di Porto, della sua musica e delle danze che animano i locali invisibili della città. 

Ballare nei locali “clandestini”

La prima tappa del nostro itinerario è l’Espaço Compasso, un locale situato nel cuore di Porto. Quando arrivi al civico 113 di Rua da Torrinha, pensi di esserti sbagliato. Davanti a te, c’è soltanto un edificio grigio, con un ingresso anonimo e senza insegne. Ma dietro quella porta sì nasconde l’anima più vera e viscerale della città di Porto. Attraversi un corridoio buio, mentre in lontananza inizi a sentire il ritmo incalzante della musica. Dietro un’ultima porticina, sì aprirà un locale piccolo, fumoso, ma pieno di vita. Sembra di stare in un bar clandestino, ma l’Espaço Compasso è in realtà un’associazione culturale, che è riuscita a trasformare un locale decadente in luogo affascinante e brulicante di vita. Con un pizzico di fortuna, ballerai tutta notte al ritmo del forrò, una sensuale danza brasiliana che ricorda nelle movenze il tanto argentino. In questo luogo incredibile si balla, si canta, sì beve sangria e si respira l’atmosfera di una città verace, che conserva ancora i tratti originari della sua tradizione folcloristica.

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Gabriel Dias (@gabrieldiasmusic) in data:

 

Mangiare un boccone al Mercato di Bolhao

Decadente, ma verace, il Mercato di Bolhao restituisce l’atmosfera di Porto ed è uno dei luoghi, a nostro parere, più interessanti da vivere nel vostro soggiorno a Porto. Prendetevi un paio d’ore, lasciate la guida turistica nello zaino e lasciatevi trasportare dagli odori e dalle suggestioni di questo antico mercato cittadino. Non è un posto da visitare, ma da vivere nella sua commistione di odori e sapori. Qui, ci vengono gli abitanti di Porto a fare la spesa, ma anche a sorseggiare un bicchiere di Moscatel insieme a un po’ di pane, burro e acciughe. 

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Desde mi ventana (@pid92) in data:

 

Un giro nella prima libreria “femminista” del Portogallo

Oltre alla celeberrima Libreria Lello, considerata fra le più belle al mondo (ahimè diventata negli ultimi anni un luogo molto turistico), noi vi consigliamo un giro alla Confraria Vermelha Livraria de Mulheres. Questa è, secondo i proprietari, la prima libreria del paese specializzata in libri scritti da donne. Virginia Woolf ha affermato che tutte le donne dovrebbero “avere soldi e una stanza per scrivere i loro romanzi”. La proprietaria Aida l’ha presa alla lettera e ha aperto uno spazio in cui tutte le donne possono scrivere, ascoltare poesia, musica e partecipare a interessanti incontri con gli scrittori. 

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Diana (@paperboats11) in data:

 

Librerie - Libreria Lello, tra le più antiche del Portogallo
Libreria Lello, tra tradizione e magia

Libreria Lello, tra tradizione e magia

Ascoltare il fado

Dal latino fatum, che significa destino, il fado è una musica popolare portoghese, che racconta la malinconia e la sofferenza delle classi popolari. Nato a Lisbona e arrivato fino a Coimbra, il fado è diventato un simbolo della cultura portoghese. Dagli abitanti di Porto il fado non è sentito come in altre località del Portogallo, ma ascoltare il fado è un’esperienza di rara suggestione e merita di essere conosciuto. Se volete lasciarvi inondare dalla saudade portoghese, andate alla “Casa da Mariquinhas”, dove potrete ascoltare alcuni tra i migliori cantori di fado e degustare una buona cena a base dei piatti della tradizione. 

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Jean-Charles Rosa (@jeancharlesrosafadografo) in data:

 

 

 

 

© Riproduzione Riservata