Le storie del terremoto

Terremoto, anziana chiama i Vigili del fuoco, “Bravi. Vi darei i miei tortellini”

La storia della telefonata di una signora anziana di Gaggio Montano, nel bolognese, ai Vigili del Fuoco impegnati sui luoghi del sisma
Terremoto, anziana chiama i Vigili del fuoco, "Bravi. Vi darei i miei tortellini"

MILANO – “Chissà se avranno mangiato, da ieri alle 3.30. Io ho 70 anni, non posso fare tanto però guardi, ho messo su il brodo e avevo anche dei tortellini. Ho detto a mio marito: se solo potessi far avere questa pentola ai Vigili del Fuoco che sono così bravi”. Inizia così la telefonata di una signora anziana di Gaggio Montano, nel bolognese, ai Vigili del Fuoco, per ringraziarli del lavoro di soccorso che in queste ore stanno svolgendo nei luoghi del terremoto che il 24 agosto ha colpito una vasta area tra Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo .

LEGGI ANCHE: Terremoto, i danni ai beni artistici e culturali nei paesi colpiti

La voce della signora è sinceramente commossa. “State facendo una roba – afferma la signora – Vedervi e vedere anche che piangete quando riuscite a prendere una persona che non è più in vita mi fa piangere”. Parole semplici, ma che ben simboleggiano la gratitudine e la riconoscenza di tutti gli italiani nei confronti degli “angeli” che stanno prestando soccorso presso i paesi colpiti del sisma. “Ho fatto il brodo ieri. Ho detto a mio marito: ma come facciamo a stari qui a mangiare due tortellini quando loro non riescono neanche a mangiar. Io vi ringrazio perché tutte le persone della mia età pensano che in quelle condizioni ci saremmo potuti trovare tutti. Io vi sono vicina. Quei tortellini mi andranno per traverso, io vorrei che fossero per voi”.

LEGGI ANCHE: “Naufragio in terra”, il pensiero di Erri De Luca dopo il terremoto nel centro Italia

“Questa è una delle telefonate più belle che abbiamo ricevuto e che ci dà la forza di andare avanti”. Ha risposto così il Vigile del Fuoco dall’altro capo della cornetta, in un misto tra commosso e sorpreso. Un’altra delle belle storie della nostra Italia che, nei momenti di più forte dolore e crisi, sa ritrovare e far emergere i propri valori.

© Riproduzione Riservata
Commenti