lo studio

Stress da COVID-19: gli effetti sulla salute e come affrontarlo

La pandemia ha portato incertezza nelle nostre vite. Uno studio americano analizza gli effetti sulla salute mentale e fornisce alcuni consigli su come prevenire e affrontare lo stress da COVID-19
Stress da COVID-19: gli effetti sulla salute e come affrontarlo

Oltre al suo impatto sul benessere fisico e sulla mortalità, il COVID-19 sta anche causando conseguenza anche sulla nostra salute mentale. Uno studio pubblicato su The Conversation ha mostrato aumenti globali della prevalenza e della gravità della depressione e dell’ansia. Aumenti che probabilmente derivano dai cambiamenti nella vita quotidiana per prevenire la diffusione del virus.

Lo studio legato alla pandemia

In qualità di psicologi clinici con esperienza nella paura e nelle condizioni correlate all’ansia, il team di ricerca era interessato a cercare di comprendere appieno gli effetti specifici sulla salute mentale di questa pandemia. Supportati dal Canadian Institutes of Health Research e dell’Università di Regina, i ricercatori hanno condotto un’indagine basata sulla popolazione di un ampio campione di intervistati. Le interviste sono state realizzate a fine marzo, metà maggio e inizio luglio 2020. Sulla base di questi dati, è stato determinato l’impatto sulla salute mentale del COVID-19.

I risultati dello studio

Secondo la ricerca condotta da The Conversation, più del 50% della popolazione ha riportato livelli di sofferenza elevati in questa pandemia. I punteggi più alti sono stati associati a panico, paura dei luoghi pubblici o abitudine sbagliate per affrontare il lockdown, come mangiare troppo e abusare di alcol. Utilizzando i dati di circa 7mila intervistati, i ricercatori hanno pubblicato una sorta di scala da stress per Covid-19. Essi sono: paura del pericolo e della contaminazione, paura delle conseguenze socioeconomiche, ricerca di rassicurazioni, xenofobia (discriminazione contro gli stranieri) e sintomi da stress traumatico (ad esempio incubi).

Studi successivi abbiamo dimostrato che un elevato stress da COVID-19 è anche associato a una maggiore stigmatizzazione degli operatori sanitari. Inoltre la proporzione significativa della popolazione con disturbi d’ansia preesistenti sperimenta effetti più negativi rispetto a quelli con disturbi depressivi o senza condizioni di salute mentale.

I rimedi all’ansia da COVID-19

I dati dei ricercatori dimostrano come quando non si impegna la mente o si è in momenti di inattività, si è più soggetti a trasformare le normali sensazioni, amplificandole. Esperti e psicologi concordano nell’affermare che occorre fare attenzione all’autosuggestione. Bisogna farsi coraggio quando i nostri pensieri sono soltanto negativi. Ciò non significa estraniarci dalla realtà, sottovalutare la pandemia o addirittura negarla. Occorre imparare ad affrontare le cose in modo tale che la nostra salute mentale non abbia poi ripercussioni troppo gravi.

Può aiutare a prevenire ed affrontare l’ansia da COVID-19 lo svolgere l’attività fisica  a casa o all’esterno rispettando il distanziamento e le regole, avere cura di sé, dedicarsi ai propri hobby. Leggere un buon libro è sempre un’ottima soluzione, a maggior ragione quando vogliamo evadere dalla realtà ed allontanare i cattivi pensieri. Inoltre può aiutare molto il parlare con le persone con cui viviamo. Se viviamo soli, possiamo chiamare parenti e amici e incoraggiarci a vicenda. 

 

 

© Riproduzione Riservata
Commenti