Coronavirus

Le prime dieci cose da fare, una volta finita la quarantena

Abbiamo chiesto ai nostri lettori quale sarà la prima cosa che faranno, una volta finita la quarantena
cosa-fare-dopo-quarantena

Abbiamo chiesto ai nostri lettori quale sarà la prima cosa che faranno, una volta finita la quarantena. Da chi vuole riabbracciare i propri cari a chi non vede l’ora di pedalare in campagna, a chi addirittura immagina di partire per la Mongolia e scalare le montagne. Insomma, le risposte che abbiamo ricevute sono tantissime e molto diverse fra loro. Per questo motivo, abbiamo scelto di raccogliere le 10 risposte più gettonate, che rappresentano bene i desideri più comuni fra le persone, in questo particolare periodo storico. 

Abbracciare 

Fra le risposte più gettonate, c’è sicuramente quella di riabbracciare le persone care. L’imposizione di mantenere una rigorosa distanza di sicurezza ci sta facendo capire quanto il contatto fisico sia importante e necessario nella nostra vita. Ce lo racconta Sabrina, che scrive: “Abbracciare mia sorella, mio nipote, i miei cognati e stare con mio padre, ospite di una RSA”. Oppure, Mariarosa: “Abbracciare le mie nipotine, mio figlio e Barbara… E ringraziare tutte le persone che si sono adoperate per gli altri in questa terribile esperienza”.

Ritrovare sé stessi

Ma c’è anche chi, come Domenica, vorrebbe tornare alla vita di prima con una nuova consapevolezza: “Vorrei tanto riprendere in mano la mia vita, ritrovare le mie ambizioni, ritrovare quella ragazza fiera che guardava al futuro con curiosità”. Oppure, Alberto che ci scrive: “Le stesse cose di adesso. Continuerò ad imparare ogni giorno qualcosa di nuovo, a migliorare me stesso, e quello che posso per star bene io, e far star bene gli altri”.

Rimpiangere i ritmi perduti

Se la maggior parte dei lettori aspira a tornare ai ritmi della vita normale, fatta di aperitivi, lavoro e passeggiate in libertà, c’è anche chi teme il ritorno alla normalità. “Forse ricorderò con nostalgia queste lunghe giornate in cui stiamo in casa tutti insieme e la sera giochiamo a carte. Riprendere i ritmi lavorativi sarà un po’ faticoso, visto che lavoro lontano da casa e sto via tutto il giorno, mentre ora lavoro a casa. Tutto sommato sto riposando e mi godo la famiglia”. 

Andare in libreria

Tanti dei nostri lettori rimpiangono i loro amati luoghi della cultura: musei, cinema, teatri e librerie. Una volta finita la quarantena, si butteranno a capofitto per recuperare mostre, film e libri. Come Flora, che ci scrive: “Vorrei andare,al cinema a teatro in libreria, vedere la mostra di Raffaello“.

Viaggiare

I più dinamici non vedono l’ora di tornare a viaggiare, camminare, scoprire nuovi luoghi da visitare. Un esempio ne è Marinella, che commenta: “Farmi una mega camminata in montagna. Al mare. In campagna. Ovunque! E poi poter riprendere i miei viaggi… Uscire di casa e poter andare dove vuoi è già una grande libertà!”.

Stare nella natura

Rimanere chiusi in casa, quando il sole splende e la primavera si affaccia alle porte, non è semplice. A tanti manca il contatto con la natura e, una volta finita la quarantena,  la prima cosa che faranno sarà proprio tornare a una dimensione naturale. Come Giuliana, che scrive: “Andrò nella mia casa alle pendici del vulcano…a respirare aria pura e a godere di un panorama unico al mondo”.

Pedalare in libertà

Ci sono tanti modo per riassaporare la libertà. E uno di questi è, sicuramente, sfrecciare in bicicletta per le campagne, come ci scrive una lettrice. “Rivedere tutta la mia adorata e numerosa famiglia, poi ricomprarmi una bici (che da anni non ho più) e pedalare nelle strade di campagne che ho di fronte e che ogni giorno guardo con nostalgia”.

Vedere il mare

Sono davvero tantissimi i lettori e le lettrici che ci hanno scritto di volere vedere il mare, una volta finita la quarantena. Come Silvia e Morena, che non vedono l’ora di passeggiare lungo la spiaggia e contemplare la distesa azzurra del nostro Mediterraneo. Un’immagine di libertà e sconfinamento, che pochi altri luoghi al mondo sanno suggerire. 

Cambiare vita

Eventi come quello che stiamo vivendo sono in grado di cambiare per sempre la vita di una persona. Come Daniele, che immagina di mollare tutto e partire alla volta della Mongolia: “Cancellerò il mio profilo Facebook e partirò per la Mongolia con un team di alpinisti verso la catena montuosa Altai”.

Tagliarsi i capelli

Ma c’è anche chi, come Gianni e Morena, non si lasciano travolgere dal romanticismo e con un pizzico di ironia, già pensano a parrucchiere ed estetista. “Inutile che facciamo i sentimentalisti, appena si potrà, per prima cosa, andremo a tagliare i capelli”. E ancora: “Volevo scrivere qualcosa di toccante e sentimentale…. ma credo che andrò dal parrucchiere”.

© Riproduzione Riservata
Commenti