il messaggio a tutte le donne

“Nessuno mi può giudicare”, il monologo di Vanessa Incontrada manifesto dell’orgoglio femminile

Sul prossimo numero di Vanity Fair Vanessa Incontrada si mostra senza veli e dichiara: “Dobbiamo tutti affrontare, capire e celebrare una nuova bellezza”.
"Nessuno mi può giudicare", il monologo di Vanessa Incontrada manifesto dell'orgoglio femminile

“Quando vedo abbassare lo sguardo di una donna perché viene criticata per come si veste, per come si trucca, se è magra, se è grassa…” Comincia così il monologo della conduttrice e attrice Vanessa Incontrada sul profilo di Vanity Fair. La celebre showgirl di origine spagnola si mette letteralmente a nudo sulla copertina del numero di Vanity Fair in edicola da domani. Il suo è un atto d’accusa verso una società che intrappola le donne cercando di rinchiuderle in modelli antiquati e mortificanti. 

Il messaggio di Vanessa Incontrada

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

«Quando vedo abbassare lo sguardo di una donna perché viene criticata per come si veste, per come si trucca, se è magra, se è grassa, quanto profumo si mette, come guida, quanto parla, quante persone frequenta. Se vuole un figlio, se non lo vuole, se è troppo maschile, se è troppo femminile, se è troppo libertina è una poco di buono, se non lo è, è troppo rigida. Ogni volta mi ricordo di quante volte io ho abbassato lo sguardo per quello che mi son sentita dire, finché ho capito che nessuno mi può giudicare, perché ho capito che nessuno ti può giudicare». @vanessa_incontrada si mette a nudo sulla copertina del numero di Vanity Fair in edicola da domani e scrive un monologo che è un atto d’accusa verso una società che intrappola le donne cercando di rinchiuderle in modelli antiquati e mortificanti. A cui è arrivato il momento di ribellarsi. #vfnessunomipuogiudicare #vfinedicola

Un post condiviso da Vanity Fair Italia (@vanityfairitalia) in data:

 

Il video-monologo

Nel suo monologo Vanessa Incontrada vuole lanciare un messaggio contro haters e bullismo, in favore di un nuovo concetto di bellezza, libero da schemi rigidi e stereotipati, valido per tutte le donne. Nel suo video-messaggioper il settimanale, l’attrice e conduttrice afferma:

“Quando vedo abbassare lo sguardo di una donna perché viene criticata per come si veste, per come si trucca, se è magra, se è grassa, quanto profumo si mette, come guida, quanto parla, quante persone frequenta. Se vuole un figlio, se non lo vuole, se è troppo maschile, se è troppo femminile, se è troppo libertina è una poco di buono, se non lo è, è troppo rigida. Ogni volta mi ricordo di quante volte io ho abbassato lo sguardo per quello che mi son sentita dire, finché ho capito che nessuno mi può giudicare, perché ho capito che nessuno ti può giudicare.”

Il numero di Vanity Fair

Sulla cover del numero di Vanity Fair in edicola dal 30 settembre, Vanessa Incontrada si mostra senza veli e dichiara: “Il mio corpo diventare un messaggio per tutte le donne (e per tutti gli uomini): dobbiamo tutti affrontare, capire e celebrare una nuova bellezza”.

 

© Riproduzione Riservata
Commenti