Sei qui: Home » Società » Morto il giornalista sportivo Giampiero Galeazzi
aveva 75 anni

Morto il giornalista sportivo Giampiero Galeazzi

Ex canottiere, Giampiero Galeazzi aveva 75 anni ed era malato da tempo. Nato a Roma, era conosciuto anche con il soprannome di Bisteccone per via della sua stazza. 

Si è spento il giornalista sportivo Giampiero Galeazzi, una delle voci più celebri dello sport in tv. Ex canottiere, aveva 75 anni ed era malato da tempo. Nato a Roma, era conosciuto anche con il soprannome di Bisteccone per via della sua stazza. 

Le telecronache storiche

Indimenticabili restano le sue telecronache dei fratelli Abbagnale, in quello che era stato il suo primo amore, il canottaggio. Nato a Roma il 18 maggio 1946, in gioventù, dopo la laurea in economia era diventato professionista di canottaggio – vinse il campionato italiano nel singolo di canottaggio nel 1967. Poi è entrato in Rai come giornalista sportivo prima alla radio e poi in tv, prima alla Domenica Sportiva e poi a Mercoledì Sport.

Giampiero Galeazzi e la tv

Di lui si ricordano le telecronache degli eventi sportivi come la mitica medaglia d’oro dei fratelli Abbagnale a Seul nel 1988. Negli Anni Ottanta fu anche inviato della Ds per gli incontri più importanti della Serie A. Galeazzi fu anche inviato Rai per l’incontro di Reykjavik fra Gorbaciov e Reagan nel 1986 e passò poi a condurre trasmissioni storiche come “90esimo minuto” dal 1992 al 1999 e ha partecipato al festival di Sanremo del 1996 con Pippo Baudo. Nel 2010 e nel 2012 ha partecipato a Notti Mondiali e Notti Europee, entrambe trasmissioni Rai. L’ultima apparizione di Giampiero televisiva risale a tre anni fa a Domenica In.

L’omaggio dal mondo dei social

“Ci lascia Giampiero Galeazzi, storico giornalista e telecronista sportivo. Ha raccontato le più belle pagine dello sport italiano. Lo ricordiamo anche per essere stato un grande atleta come canottiere. Un abbraccio alla sua famiglia. Riposa in pace”, scrive su Twitter Antonio Tajani, coordinatore nazionale di Forza Italia.

“Ciao Giampiero! Grazie per aver vissuto lo sport da atleta prima e da giornalista poi. Alla tua voce, carica di entusiasmo e passione, sono legati i ricordi di tante emozioni azzurre. Sono certa che stasera anche lo Stadio Olimpico saprà ricordarti per come meriti”. Così la sottosegretaria allo Sport, Valentina Vezzali, ricorda in un tweet il giornalista.

“Momenti e parole che resteranno immortali, ciao Giampiero”, lo scrive la Roma sui propri canali social per ricordare Galeazzi.

 

© Riproduzione Riservata