Donne controcorrenti

Maude Lores Bonney è la donna del doodle di Google di oggi, ecco chi è

Esempio di costanza, di forza di volontà e di donna controcorrente, che supera i pregiudizi della società. Ecco chi era Maude Lores Bonney
Maude Lores Bonney è la donna del doodle di Google di oggi, ecco chi è

Oggi Google ci saluta con il doodle di una grande donna: Maude Lores Bonney, la prima donna che volò da sola dall’Australia all’Inghilterra in completa solitaria, dovendo affrontare ostacoli e incidenti di ogni tipo. Esempio di costanza, di “potere e volere” (e volare) e di scardinamento del tradizionale pregiudizio che vede solo gli uomini rivestire determinati ruoli, ecco chi era Maude Lores Bonney.

Un amore incredibile per il volo

Maude Lores Bonney è la prima donna pioniera nel campo del volo. Nata a Pretoria, nella Repubblica del Sudafrica, il 20 novembre 1897, si trasferì da giovane a Londra e successivamente a Melbourne, dove si stabilì definitivamente, eccetto alcune parentesi in Germania. Da giovane Maude sviluppò un vero e proprio talento per il pianoforte, tanto che ci si aspettava che quella fosse la sua strada, ma la vita della giovane ragazza prese una nuova piega. Le regioni furono due: la prima è che soffriva di ansia da palcoscenico, per cui una volta scappò da un suo concerto, mentre la seconda fu la nuova passione per il volo. 
Infatti nel 1928 Maude si innamorò perdutamente del volo e non abbandonerà mai questa sua passione (e destino). Infatti, due anni dopo il suo primo volo con un parente, nel 1930 Maude Lores Bonney prese le sue prime lezioni di volo e licenza di pilota privato. 

Maude Lores Bonney, la donna dei record

Maude Lores Bonney, quando ricevette in regalo dal marito il suo amato bipiano Gipsy Roth, che lei soprannominerà My Little Ship, incominciò a sorprendere il mondo con le sue  iniziative, diventate record. 
Innanzitutto, il 26 dicembre del 1931 la giovane portò a termine il più lungo volo di un giorno per un’aviatrice australiana. Invece nel 1932 fu la prima donna che circumnavigò l’Australia. Ma la sua vera impresa fu volare da Brisbane in Australia a Croydon in Inghilterra. Durante queste 157 ore di volo, Maude affrontò e superò da sola, moltissimi ostacoli: dovette avere a che fare con tempeste tropicali, incidenti meccanici, senza contare l’incontro con una mandria di bufali mentre cercava di atterrare su un’isola della Thailandia. Questo evento la costrinse ad atterrare in mare, facendo capovolgere l’aeroplano. 
Il suo legame forte e intenso con il volo e con My Little Ship fu interrotto nel 1949. Maude Lores Bonney fu costretta a smettere di volare a causa di problemi di vista. 

© Riproduzione Riservata