Cambio al vertice de "la Repubblica"

Ezio Mauro lascia la guida de “la Repubblica”

Ezio Mauro lascerà la direzione de "la Repubblica" il 14 gennaio. A sostituirlo sarà l'attuale direttore de "La Stampa" Mario Calabresi
Ezio Mauro lascia la guida de "la Repubblica"

MILANO – Ezio Mauro lascera’ la direzione de La Repubblica. Lo ha annunciato lui stesso stamattina durante la riunione di redazione, spiegando che l’addio alla testata che dirige dal 1996 avverrebbe il 14 gennaio del 2016, giorno del suo quarantesimo anniversario.

.

CAMBIO AL VERTICE – Mauro ha 67 anni e dirige Repubblica dal 1996, e durante la riunione ha parlato della sua decisione proprio in relazione al lungo periodo trascorso alla direzione del quotidiano. Peraltro il 14 gennaio del 2016 sarà il quarantesimo anniversario dell’uscita di Repubblica, che andò in edicola per la prima volta il 14 gennaio del 1976. Mauro è il secondo direttore di Repubblica; il primo è stato Eugenio Scalfari e anche lui diresse il giornale per circa vent’anni. Il successore sarà l’attuale direttore de “La Stampa” Mario Calabresi, che ha confermato tutto attraverso il suo profilo Twitter ufficiale.

 

sss

.

LE REAZIONI – “Molti agiscono, pochi lasciano il segno”. Con queste parole Fassino, sindaco di Torino, ha annunciato ufficialmente l’addio di Ezio Mauro a “la Repubblica”. Ben diversa è stata la reazione di Adriano Sofri. L’ attuale collaboratore di Repubblica e condannato in via definitiva per l’omicidio del padre di Mario Calabresi, il commissario Luigi Calabresi, ha annunciato la fine della collaborazione con il quotidiano subito dopo la notizia della nomina dell’attuale direttore de “La Stampa”.

© Riproduzione Riservata
Commenti