dl scuola

Concorso scuola, “diaria” più alta e bonus cultura agli extracomunitari

A disposizione delle commissioni del concorso a cattedre 8 milioni di euro
Palazzo Chigi

MILANO – Il Governo ha depositato sei emendamenti al dl Scuola. Tra le misure previste è stato esteso il bonus di 500 euro per chi ha compiuto 18 anni anche ai giovani con permesso di soggiorno, modificando così la legge di stabilità approvata lo scorso anno. La norma sarà sui banchi del Parlamento a maggio.

LA NOTA – «Il governo ha depositato 6 emendamenti al decreto scuola. Tra i testi presentati, quello che prevede l’aumento dei compensi ai componenti delle commissioni di concorso fino a 8 milioni di euro e quello che prevede l’allargamento del bonus di 500 euro per chi ha compiuto 18 anni anche ai giovani con permesso di soggiorno». Questo quanto reso noto dal senatore dem Andrea Marcucci, presidente della commissione Istruzione a Palazzo Madama durante i lavori della commissione.

IL TWEET – Lo stesso Marcucci sul suo profilo Twitter ha scritto: “Governo deposita emendamento per aumentare compenso componenti commissioni concorso #scuola fino a 8mln #opensenato.

LA POLEMICA – Dopo la polemica emersa con l’articolo di Gian Antonio Stella sul Corriere della Sera, il premier Renzi ha promesso di correggere  l’«ingiustizia» raddoppiando  il compenso per i commissari del concorso degli insegnanti. La norma, che dovrebbe raddoppiare la «diaria» deve essere comunque approvata dal Parlamento entro fine maggio.

 

© Riproduzione Riservata
Commenti