La condizione deI bambini del terzo mondo

Allarme Uniceff, 60 milioni di bambini non avranno accesso all’istruzione entro il 2030

Il rapporto dell'Uniceff sulla condizione umana dei bambini del Terzo Mondo è preoccupante. 69 milioni rischiano di morire entro il 2030, 60 milioni di non aver accesso alla scuola primaria

MILANO – L’Uniceff è stata chiara: se il mondo non si occuperà dei milioni dei bambini del Terzo Mondo che attualmente vivono in precarie situazioni di salute, malnutrizione e povertà, questi moriranno prematuramente entro la fine del 2030. I numeri parlano di 69 milioni di bambini al di sotto dei 5 anni che scompariranno per cause conosciute e facilmente prevedibili. L’invito dell’organizzazione delle Nazioni Unite è quello di intervenire al più presto per risolvere questa situazione. Non solo, il numero di bambini che hanno accesso alla scuola primaria arriverà a sfiorare i 60 milioni in soli 15 anni.

.

DATI PREOCCUPANTI – Se il mondo non si concentrerà nel risolvere la drammatica situazione dei bambini più svantaggiati, entro il 2030 69 milioni di bambini sotto i 5 anni moriranno per cause prevalentemente prevenibili, 167 milioni di bambini vivranno in poverta’ e 750 milioni di donne si saranno sposate da bambine. Il dato riguarda anche l’istruzione, piu’ di 60 milioni di bambini in eta’ da scuola primaria saranno esclusi dalla scuola. Questo l’allarme lanciato oggi dall’Unicef con il rapporto annuale “La Condizione dell’Infanzia nel Mondo 2016- La giusta opportunita’ per ogni bambino”.

.

LE DISEGUAGLIANZE – Il tasso di mortalità delle zone più disagiate del terzo mondo è in continuo aumento. Le zone più diffiicli per i bambini risultano essere quelle dell’Africa Sub Sahariana,  dove 2 bambini su 3, sono privati di ciò che gli permette di vivere e svilupparsi. I dati dicono che il 60% dei ragazzi compresi tra i 20 e i 24 anni, hanno meno di 4 anni di scuola sulle spalle. Se non cambiano le politiche scelte per intervenire e risolvere questa situazione, 9 bambini su 10 presto si troveranno in condizioni di estrema povertà.

.

L’ISTRUZIONE – Negli ultimi 5 anni, il numero di bambini che non frequentano la scuola nei paesi è aumentato in modo significativo. Non solo, il dato preoccupante sull’istruzione è che è elevato anche il numero di bambini che va a scuola e non apprende. Sono quasi 125 milioni i bambini che ad oggi non frequentano la scuola e almeno il 40% che riescono a finirla non hanno imparato a leggere e a svolgere semplici operazioni matematiche. Perché la scuola è così importante per il futuro di un ragazzo, oltre all’aspetto che riguarda la sua istruzione? Lo studio può assicurare il futuro di un individuo, anche da un punto di vista strettamente di benessere economico. Ogni anno di scuola in più rappresenta da adulto un incremento del 10% della paga lavorativa.

.

.

© Riproduzione Riservata
Commenti