LIBRI - Addio a Manlio Cancogni

Addio a Manlio Cancogni, scrittore e giornalista italiano

Oggi il mondo delle lettere piange la scomparsa di Manlio Cancogni, scrittore e giornalista italiano. Premio Strega nel 1973 ...
Addio a Manlio Cancogni, scrittore e giornalista italiano

Oggi il mondo delle lettere piange la scomparsa di Manlio Cancogni, scrittore e giornalista italiano. Premio Strega nel 1973

MILANO – E’ scomparso lo scrittore e giornalista Manlio Cancogni, 99 anni. Cancogni è morto nella sua abitazione di Marina di Pietrasanta.

VITA E OPERE – Nacque a Bologna nel 1916, ma la famiglia tornò ben presto in Toscana che aveva lasciato in seguito allo scoppio della Pirma Guerra Mondiale. Stdiò e visse a Roma, città in cui conobbe persone importanti del panorama letterario italiano. A Roma occupò anche la cattedra di filosofia presso il liceo Virgilio. Tra le tappe salienti della carriera di giornalista la sua firma per il Corriere della Sera, La Stampa, Il Popolo, L’Europeo, L’Espresso. Da scrittore si è aggiudicato il Premio Bagutta, il Premio Strega, il Premio Viareggio, il Premio Grinzane Cavour. Fu docente anche di letteratura italiana e alla fine degli anni Sessanta si recò negli Stati Uniti per insegnare allo Smith College di Northampton. Tra le sue opere più importanti si segnalano “Allegri, gioventù” e “Gli angeli neri”. Tra i primi ad esprimere le condoglianze Massimo Mallegni, il sindaco di Pietrasanta, la città dove Cancogni aveva scelto di vivere ed alla quale lo scrittore è sempre stato affettivamente legato.

 

© Riproduzione Riservata
Commenti