Lutto nel giornalismo

Addio a Emiliano Liuzzi, giornalista del Fatto Quotidiano

E’ morto a Roma questa notte Emiliano Liuzzi, giornalista del Fatto quotidiano. Aveva 46 anni
Addio a Emiliano Liuzzi, giornalista del Fatto Quotidiano

MILANO – Emiliano Liuzzi, giornalista del Fatto Quotidiano, è morto improvvisamente a soli 46 anni nella notte tra il 5 e il 6 aprile 2016 per un infarto. Il dramma è accaduto nella casa romana dell’attrice Lucrezia Lante della Rovere di cui Liuzzi era il compagno.

.

LA VITA E LA CARRIERA – Emiliano Liuzzi è nato a Livorno, il 2 novembre 1969. Dopo un master in giornalismo alla Columbus University, aveva lavorato per il Corriere delle Alpi e l’Alto Adige e nel 1997 era arrivato al Tirreno. Diciannove anni dopo aveva fondato e diretto per due anni il Corriere di Livorno. Dopo aver fatto cronaca in alcuni quotidiani locali ha collaborato in settimanali come L’Espresso, Panorama e Diario,  dal 2009 ha iniziato a collaborare con Il Fatto Quotidiano e nel 2013 si è trasferito a Roma per lavorare nella sede del giornale. Nello stesso anno ha partecipato alla nascita de Il Fatto del Lunedì per poi rimanere stabilmente nella redazione del giornale. Liuzzi era conosciuto anche dal pubblico televisivo perché negli ultimi anni collaborava come opinionista nella trasmissione Mediaset, Domenica Live, condotta da Barbara D’Urso. Nel 2002 ha vinto la prima edizione del premio Indro Montanelli.  Da giorni aveva qualche malessere e aveva fatto dei controlli medici che avevano dato esito negativo. Nella notte il tragico malore. Lascia due figli.

.

© Riproduzione Riservata
Commenti