Il Servizio di Prevenzione e Protezione a scuola: nomina, compiti e responsabilità

Tommaso Barone, consulente specializzato in Sicurezza sul Lavoro settore Scuole pubbliche, ci parla del Servizio di Prevenzione e Protezione a scuola
Il Servizio di Prevenzione e Protezione a scuola: nomina, compiti e responsabilità

MILANO – Agli artt. 31 e 33 del D. Lgs. 81/08 il Servizio di Prevenzione e Protezione “SPP” è definito come l’ “insieme delle persone, sistemi e mezzi esterni o interni all’azienda finalizzati all’attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali per i lavoratori”.

Esso coinvolge diverse figure all’interno della scuola; prima fra tutte il Dirigente Scolastico, nonché Datore di Lavoro, che organizza il SPP e ne nomina i componenti.

Il SPP è composto da: Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione “RSPP”, Addetto al Servizio di Prevenzione e Protezione “ASPP”, Dirigente Scolastico, Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza “RLS”, Medico competente (se previsto per legge) Addetti alle emergenze (Antincendio, Primo Soccorso, Evacuazione …) e Preposti/Fiduciari di plesso.

I compiti del Servizio di Prevenzione e Protezione a scuola

All’art. 33 sono definiti i compiti del SPP:

  • Individuare i fattori di rischio, collaborare alla valutazione dei rischi e all’individuazione delle misure per la sicurezza e la salubrità degli ambienti di lavoro, nel rispetto della normativa vigente sulla base della specifica conoscenza dell’organizzazione aziendale;
  • Elaborare, per quanto di competenza, le misure preventive e protettive di cui all’art. 28, co. 2, e i sistemi di controllo di tali misure;
  • Elaborare le procedure di sicurezza per le varie attività;
  • Partecipare alle consultazioni in materia di tutela della salute e sicurezza sul lavoro, nonché alla riunione periodica di cui all’art. 35;
  • Fornire ai lavoratori le informazioni di cui all’art. 36.

I singoli componenti del SPP hanno incarichi e compiti diversi, ma tutti lavorano congiuntamente per raggiungere quello che è l’unico vero obiettivo: garantire la salute e la sicurezza dei lavoratori attraverso tutte le misure di prevenzione e protezione dai rischi professionali.

Tommaso Barone

© Riproduzione Riservata