Negli atenei di Milano si studia il fenomeno Jovanotti

Le Università di Milano sono interessate a studiare e analizzare il fenomeno Jovanotti e in particolare il Jova Beach Party
Negli atenei di Milano si studia il fenomeno Jovanotti

MILANO – Jovanotti quest’anno ha deciso di impostare il suo tour in modo originale. Infatti non sarà un semplice tour nei palazzetti ma ogni concerto previsto avrà luogo sulla spiaggia. Il Jova Beach Party non sarà il solito concerto, ma sarà proprio un villaggio estivo itinerante per i lidi d’Italia. Questo progetto, che partirà il 6 luglio, è piaciuto e ha attirato anche le Università di Milano che si sono organizzate per studiare e approfondire il fenomeno Jovanotti, concentrandosi ognuna su un particolare aspetto.

Ad ogni ateneo il suo Jovanotti

Il 15 maggio presso l’aula magna della Statale di Milano si terrà l’incontro con tutte le altre 5 Università di Milano per discutere dei risultati dei ricerca raccolti e analizzati. Ogni ateneo si è occupato di un determinato aspetto del concerto Jova Beach Party: infatti la Statale si è interessata alla filosofia del divertimento, che attraversa tutta la musica del cantante; il Politecnico si è focalizzato invece sulle problematiche dell’urbanistica legate alla realizzazione del tour; la Bicocca ha analizzato il rapporto con il mare e l’ambiente; la Bocconi ha preso in considerazione le tematiche green connesse al tour e al suo impatto ambientale; mentre la Cattolica si interessa allo spettacolo musicale come forma di comunicazione e rito, lo IULM fa una valutazione di tipo economico del brand Jovanotti.

Uno spettacolo esplosivo

Jovanotti quest’anno ha voluto proprio esagerare. Infatti in parallelo al Jova Beach Party è stata creata anche un’app che oltre a dare informazioni sui vari appuntamenti, prevede anche una radio. La radio trasmette 2000 brani di vari generi musicali, tutti scelti da Jovanotti che a volte, a sorpresa interverrà nel palinsesto.
Il tour è un vero e proprio villaggio itinerante, che si sposta da lido in lido: ci saranno vari palchi, ospiti diversi, una console per il dj set, vari artisti e spazi per bambini. Una festa che promette bene, che incomincerà da dopo pranzo e proseguirà fino alle ore della notte. Insomma un concerto in cui si balla, si festeggia, si nuota e ci si può anche sposare: infatti il cantante in persona può sposare le coppie di innamorati.

© Riproduzione Riservata