Foligno, bimbo di colore denigrato in classe

In una scuola elementare di Foligno un insegnante addita un bambino nero e chiede ai compagni se non fosse brutto. Predisposti accertamenti
Foligno, bimbo di colore denigrato in classe

MILANO – Nella scuola elementare del quartiere Monte Cervino di Foligno un bambino di colore è stato umiliato e denigrato dall’insegnante di fronte a tutta la classe. Il docente si è giustificato dicendo che si trattava di un esperimento sociale. Sono stati predisposti accertamenti da parte del dirigente scolastico della scuola.

L’episodio

Nella scuola elementare del quartiere Monte Cervino si è verificato un episodio grave di razzismo. Un bambino di colore è stato indicato dal maestro, che, rivolgendosi a tutta la classe, ha detto: “guardate quanto è brutto“; successivamente l’ha fatto mettere davanti alla finestra, dando le spalle ai compagni in modo tale che questi non dovessero vederlo. Una volta scoppiata la polemica e l’indignazione tra i genitori, l’insegnante si è giustificato dicendo che si trattava di un esperimento sociale. La dirigente scolastica si è pronunciata affermando che sono stati predisposti accertamenti per valutare la situazione. “Stiamo facendo tutte le verifiche del caso, che è esploso ieri dopo un post pubblicato su Facebook in cui si raccontava la vicenda”, spiega il sindaco di Foligno, Nando Mismetti.
Nicola Frantoianni, segretario nazionale di Sinistra Italiana, cittadino di Foligno, scrive su facebook: “Ho appena presentato un’interrogazione parlamentare al governo perché su una vicenda del genere è sempre bene vederci chiaro, fino in fondo. Voglio sapere innanzitutto se questa mostruosità è per davvero accaduta e in che modo. Io mi auguro di no, per il bene di tutti. Ma se fosse vero, l’insegnante andrebbe immediatamente sospeso.

Via: Corriere della sera

 

© Riproduzione Riservata