La consapevolezza di Riccardo – Racconto di Raffaele Balestrieri

La consapevolezza di Riccardo - Racconto di Raffaele Balestrieri

Riki non riusciva a smettere di piangere a bordo della strada. Il gattino che giaceva sull’asfalto era lo stesso che con gioia aveva accolto pochi giorni prima a casa sua. Una piccola folla di curiosi lo attorniava; forse per qualcuno di loro poteva sembrare strano che un ragazzo down potesse soffrire così per la morte di un gattino!

Fra il brusio della gente si fece largo un signore di mezza età.. Era il guidatore dell’auto che aveva investito senza colpe il piccolo micetto. Si era fermato e colto da un animo nobile si era avvicinato al piccolo Riki.. lo prese per mano e incominciò a fargli vedere tante foto di gatti e cani sul suo smartphone.

Quel signore era il proprietario di una fondazione che si occupava di accudire gatti e cani trovatelli. Riki incominciò a guardare sempre con maggiore attenzione e quando gli sembrò di riconoscere il suo micetto rosso ebbe un soprassalto.. Il Signore se ne accorse e gli disse che glielo avrebbe portato l’indomani.

Ma Riki quasi come risposta prese il suo cellulare e gli fece vedere il suo gattino salvato sul desktop. Si alzò..fece per andare e dopo qualche metro si girò con un mezzo sorriso fece capire che ringraziava quell’animo gentile ma il suo gattino purtroppo non sarebbe più tornato. Lo salutò con semplice gesto della mano e andò via.

 

Raffaele Balestrieri

 

 

© Riproduzione Riservata
Commenti