Sei qui: Home » Poesie » “Quando sarai vecchia” (1893) di William Butler Yeats poesia sull’amore non corrisposto

“Quando sarai vecchia” (1893) di William Butler Yeats poesia sull’amore non corrisposto

Scopri la magia dei versi di "Quando sarai vecchia" che William Butler Yeats dedica a Maud Gonne, la donna che ha amato per tutta la sua vita.

Quando sarai vecchia (When You Are Old) di William Butler Yeats è una poesia che mette in scena il rimpianto di un amore perduto, di un amore che cessa o che non vivrà mai.

L’amore non corrisposto è protagonista da sempre di molte opere e di molte poesie. William Butler Yeats ha contribuito con questi versi a farci riflettere sul tema dell’amore da tutelare come la cosa più preziosa.

Nei versi del poeta irlandese evidentemente c’è anche il monito a non perdere l’opportunità di un amore vero e duraturo. La poesia molto probabilmente fu scritta pensando a Maud Gonne, attrice e attivista irlandese impegnata nel femminismo e per liberare l’Irlanda dal controllo Britannico.

Yeats incontrò per la prima volta Gonne nel 1889, quando aveva 23 anni, e se ne innamorò immediatamente. Nelle sue memorie, scrive che quell’incontro fu

“il momento in cui iniziarono i problemi della mia vita”

Yeats era totalmente innamorato di Maud Gonne, alla quale dedicò molte delle sue poesie e la rese protagoniste di diverse sue opere. Quando sarai vecchia fu pubblicata nella seconda raccolta poetica di William Butler Yeats, The Rose (1893). 

Ma leggiamo questa poesia di William Butler Yeats per coglierne la bellezza e il potente significato.

Quando sarai vecchia di William Butler Yeats

Quando sarai vecchia e grigia e piena di sonno,
E ti appisolerai accanto al fuoco, sfoglierai questo libro,
E leggi lentamente, e sogni il dolce sguardo
Che avevano un tempo i tuoi occhi, e la loro ombra profonda.

Quanti hanno amato i tuoi momenti di felice grazia
E amarono la tua bellezza con amore falso o vero,
Ma un uomo solo amò la tua anima pellegrina,
E ha amato i dolori del tuo volto mutevole;

Piegati ora accanto all’ardente griglia del camino
Sussurra, con tristezza, come l’amore scomparve,
E si è aggirato sui monti sopra di te,
E nascose il suo viso in una miriade di stelle.

********************

When You Are Old, William Butler Yeats
 
When you are old and grey and full of sleep,
And nodding by the fire, take down this book,
And slowly read, and dream of the soft look
Your eyes had once, and of their shadows deep;
 
How many loved your moments of glad grace,
And loved your beauty with love false or true,
But one man loved the pilgrim soul in you,
And loved the sorrows of your changing face;
 
And bending down beside the glowing bars,
Murmur, a little sadly, how Love fled
And paced upon the mountains overhead
And hid his face amid a crowd of stars.

Il significato di Quando sarai vecchia

In Quando sarai vecchia, William Butler Yeats rivela il suo vero amore, sperando disperatamente che la sua amata potesse guardare nel suo futuro e immaginarsi vecchia e pentita di non aver mai ricambiato il suo amore.

Per cogliere il pieno significato del poema il lettore deve comprendere i sentimenti di Yeats. Per molti anni fu innamorato di  Maud Gonne, la quale non volle (o non poté) ricambiare il suo amore. Questo fu un amaro rifiuto per Yeats, che era innamorato di lei. Questa poesia è indirizzata a lei.

Quando sarai vecchia e grigia e piena di sonno

Protagonista della poesia è quindi l'”Amore” del poeta per questa donna che l’ha fatto soffrire. Yeats si rivolge alla sua ex amante, invitandola ad aprire il libro in cui si trova la poesia che lui ha scritto per lei e a leggerla e rileggerla. Durante la rilettura, dovrebbe ricordare quante persone l’hanno amata per motivi veri e falsi, in particolare per la sua bellezza.

Nella prima strofa emerge la rabbia di amore rivolta alla sua Musa. In vecchiaia lei non sarà bella e affascinate come quando era giovane e le verrà a mancare l’infinito amore che Yeats provava per lei. 

Nella seconda strofa il poeta continua ricordando alla sua amata quante persone le sono state vicine quando lei era giovane, in forma, piena di grazia. Queste persone erano conquistate dalla sua bellezza, facendo emergere la materialità degli interessi che gli altri mostravano per lei.

È chiaro che Yeats vuole creare un momento di confronto tra il suo amore “folle” per lei e quello invece più “carnale”, “fisico” degli altri. È chiaro che Yeats c’è una forte recriminazione. L’amore lo porta a ragionare con un pizzico di cattiveria nei confronti della donna. 

Yeats l’ha amata, conferma nella poesia, per qualcosa di più della sua bellezza e della sua fama. L’ha amata nel profondo. E fa presente che l’avrebbe amata anche quando la sua bellezza fosse svanita.

Giura alla donna che se lei avesse ricambiato il suo amore, lui avrebbe amato tutto di lei, anche il modo in cui il suo viso sarebbe invecchiato e cambiato con il tempo.

Nella terza strofa il rimpianto si fa ancora più evidente. Lui avrebbe fatto tutto per lei, ma non c’è stato amore, quel sentimento è fuggito, è andato via, l’ha scaricato, l’ha annullato, gli ha tolto “vita”.

Nell’ultimo verso la poesia diventa “stellare”, meravigliosa. 

E nascose il suo viso in una miriade di stelle.

Yeats sembra dire alla sua amante che, sebbene il suo amore per lei rimarrà per sempre, è infinito, lei non potrà mai più raggiungerlo, come non si può raggiungere il cielo e e abbracciare le stelle.

Lui non ci sarà più e nessun pentimento potrà più riaverlo vicino.

In realtà, con nel parole di questa poesia Yeats vorrebbe convincere Maud Gonne a cambiare idea. Lui parla di “quando lei sarà vecchia”, ma lei è ancora giovane e può trovare nei versi della poesia che lui ha scritto per lei, le giuste motivazioni per accettare l’amore del poeta.

Nell’ultima strofa emerge il vero senso della poesia, rimpianto sì, rabbia uguale, ma c’è ancora tempo per cambiare le cose. Lei non deve aspettare di diventare vecchia per poter “vivere” quell’amore vero. 

Il vero amore è rispettare la libertà della persona che si ama

Sarebbe irrispettoso fare una critica alla bellissima poesia di Yates. I grandi poeti ci fanno dono dei loro sentimenti, della loro vita. Hanno la forza di saper insegnare ad affrontare la vita.

Ma, è certo che i versi di William Butler Yeats potrebbero apparire non rispettosi del vero senso dell’amore, che dovrebbe essere corrisposto e non unilaterale.

I rimpianti e la rabbia hanno un senso, vanno compresi, ma, potrebbe apparire poco elegante riferirsi ad una donna che quando sarà vecchia e non sarà più bella come prima, non avrà nessun amore intorno e quindi sarebbe meglio per lei “accontentarsi” di tuto l’amore che il poeta le offre.

Dobbiamo, però, evidenziare che l’amore, nell’accezione di desiderio di poter “avere”, “possedere” un’altra persona, non va sostenuto, ma criticato.

Quindi, prendiamo questa poesia come l’insegnamento più grande da trasferire a grandi e piccoli: bisogna essere felici di amare e quando la persona a cui lo si rivolge non prova le stesse cose, l’amore più grande è aver rispetto della sua libertà. 

© Riproduzione Riservata