Poesia

“Per ogni fine c’è un nuovo inizio”, il brano di Saint-Exupéry sui nuovi inizi

E' possibile rinascere dopo che una ferita profonda ha squarciato la nostra vita? Ci risponde Antoine de Saint-Exupéry con questo bellissimo brano da "Il piccolo principe"
nuovo-inizio-antoine

Oggi, mentre guardiamo le immagini del nuovo ponte di Genova, a due anni dal crollo del Ponte Morandi, non possiamo che interrogarci sulla vita. Sulla possibilità di rinascere dopo che una ferita profonda ha squarciato la nostra esistenza. E’ possibile tornare a vivere dopo un trauma così profondo? Rispondere a questa domanda non è semplice. Noi ci affidiamo a un brano molto significativo tratto da “Il piccolo principe” di Antoine de Saint-Exupéry. In questa celebre pagina del romanzo, l’autore ci invita a riflettere sul dolore, esortandoci a non arrenderci mai nella ricerca della felicità, perché “per ogni fine c’è un nuovo inizio”. 

Per ogni fine c’è un nuovo inizio

È una follia odiare tutte le rose perché una spina ti ha punto, abbandonare tutti i sogni perché uno di loro non si è realizzato, rinunciare a tutti i tentativi perché uno è fallito. È una follia condannare tutte le amicizie perché una ti ha tradito, non credere in nessun amore solo perché uno di loro è stato infedele, buttate via tutte le possibilità di essere felici solo perché qualcosa non è andato per il verso giusto. Ci sarà sempre un’altra opportunità, un’altra amicizia, un altro amore, una nuova forza. Per ogni fine c’è un nuovo inizio.

Il piccolo principe

Il libro più famoso di Antoine de Saint-Exupéry, pubblicato il 6 Aprile del 1943, narra la storia dell’incontro tra un pilota, precipitato con il suo aereo nel deserto del Sahara, e un bambino. Il bambino, conosciuto dai lettori come il Piccolo Principe, sarà capace di incantare grandi e piccoli fornendo vere e proprie lezioni di vita da cui tutti possono prendere spunto.

 

© Riproduzione Riservata
Commenti