Sei qui: Home » Poesie » “Cosa farei”, la poesia di Samuel Beckett che si interroga sulla vita
Poesia di Samuel Beckett

“Cosa farei”, la poesia di Samuel Beckett che si interroga sulla vita

"Cosa farei" è una poesia di Samuel Beckett, premio nobel per la letteratura. Qui ci si interroga sul senso della nostra esistenza.

Vi proponiamo la poesia “Cosa farei” di Samuel Beckett: romanziere, drammaturgo e poeta irlandese del 20° secolo, noto soprattutto per aver scritto l’opera “Aspettando Godot“. Nel 1969, gli fu assegnato il premio Nobel per la letteratura.
Durante gli anni ’30 e ’40, Samuel Beckett scrisse i suoi primi romanzi e racconti, fino a pubblicare, negli ultimi anni della sua carriera, anche raccolte di poesie, racconti e novelle.

Le domande da porci sulla nostra vita

 “Cosa farei mai senza questo mondo?”, si chiede Beckett. Un’analisi profonda su quello che è il nostro tempo su questa terra, che ci porta ad interrogarci sul senso delle nostre azioni e delle nostre scelte. Insomma, se la certezza più grande che abbiamo è quella della morte, come possiamo trovare una certezza in quella che è la vita? Eppure, anche se non riusciamo a trovare tutte le certezze che vorremmo, viviamo e non sappiamo rinunciare a questo mondo, persino al suo silenzio. Viviamo sotto al suo cielo che si innalza sulle polvere delle sue zavorre, ovvero un cielo che sa esistere e splendere nonostante il male. 
“Cosa farei mai”, continua a chiedersi Beckett. E continuiamo a chiederci anche noi. Perchè in fonda la poesia è anche e soprattutto questo: porsi delle domande. E in questo anno andato a rilento, dove ogni passo è sembrato una famosa zavorra, un ostacolo in più, come possiamo trovare un senso logico alla nostra vita? Forse non ci riusciamo, forse siamo ancora più impigliati nei nostri dubbi, nelle nostre zone d’ombra. 
Ma forse, e dico forse, oltre a dondolarci nell’idea che nella vita esistono solo silenzi e polvere in cui ci ridurremo sicuramente, dovremmo chiederci: cosa faremmo senza questo mondo?
Insomma, ne vale la pena, vivere? 

 

Samuel Beckett
Gli aforismi dello scrittore

Samuel Beckett, le frasi più celebri

 

Cosa farei, la poesia di Samuel Beckett

Cosa farei mai senza questo mondo
senza volto né domande dove essere non dura
che un istante in cui ciascun istante
si rovescia nel vuoto nell’oblio d’essere stato
senza quest’onda dove infine
sprofonderanno insieme corpo e ombra
cosa farei mai senza questo silenzio abisso di bisbigli
furiosamente anelante il soccorso l’amore
senza questo cielo che s’innalza
sulla polvere delle sue zavorre

cosa farei mai
farei come ieri come oggi
guardando dal mio oblò se non sono solo
a vagare e girare lontano da ogni vita
in uno spazio di marionetta
senza voce fra le voci
conchiuse in me

 

 

© Riproduzione Riservata