La fiera per ragazzi

Torna la Bologna Children’s Book Fair

Dal 1° al 4 aprile si tiene la più importante manifestazione fieristica di settore, per anticipare le tendenze in campo di illustrazione e letteratura, sulla carta e sul digitale
Torna la Bologna Children’s Book Fair

MILANO – L’editoria per bambini e ragazzi si conferma sempre più solida e prolifica, e la direzione come ogni anno si definisce alla Bologna Children’s Book Fair (BCBF), dove il mondo dell’editoria si ritrova per fare il punto: 1442 gli espositori, da oltre 80 Paesi, che si danno appuntamento nei padiglioni di BolognaFiere per la 56^ edizione della fiera del libro per ragazzi, dal 1° al 4 aprile.

Le novità

Per gli editori e per tutti gli operatori professionali Bologna Children’s Book Fair è la più importante manifestazione fieristica di settore, incontro imperdibile per lo scambio dei copyright, il momento dell’anno in cui analizzare lo stato dell’arte e capire che direzione sta prendendo la creatività internazionale, per anticipare le tendenze in campo di illustrazione e letteratura, sulla carta e sul digitale. Con il leitmotiv “Staging children’s content” tante le novità utili a scoprire le innovazioni e le declinazioni che i grandi contenuti per l’infanzia possono offrire.

Gli ospiti

In Fiera sono attese le più importanti personalità del settore, dall’illustratore ceco Peter Sís al lituano Kęstutis Kasparavičius;  dall’afroamericano Christopher Myers al grande Klaas Verplancke; dall’autore inglese Michael Morpurgo alla norvegese Maria Parr; da Ruta Sepetys, autrice di bestseller nata negli USA da una famiglia di rifugiati lituani a Nikki Grimes, scrittrice afroamericana; da Beatrice Alemagna, orgoglio italiano nel campo dell’illustrazione a Diego Bianchi (Bianki), illustratore ed editore in arrivo dall’Argentina, dall’italo-argentino Fabian Negrin all’artista giapponese Katsumi Komagata, dall’americano Rob Biddulph a Sergio Ruzzier (appena rientrato in Italia dopo una lunga carriera negli Stati Uniti) passando per la russa Anastasia Arkhipova, illustratrice e Vicepresidente IBBY International.

Network internazionale

Anno dopo anno Bologna Children’s Book Fair sta ampliando il suo raggio d’azione con grande successo, confermando la sua naturale vocazione internazionale. Due le collaborazioni che lo scorso anno hanno consolidato il ruolo di leadership della Fiera nei mercati più interessanti per l’editoria mondiale: gli Stati Uniti e la Cina.

Svizzera paese d’onore

La Svizzera è il Paese Ospite d’Onore della 56^ edizione della Bologna Children’s Book Fair. Al centro della presenza elvetica in Fiera, la grande mostra l’ABC della Svizzera dedicata all’illustrazione nazionale, piccolo ma vivace crocevia di culture, oltre a un ricco programma di appuntamenti a BolognaFiere e in città. Fil rouge della mostra è l’alfabeto, con le sue 26 lettere, riferimento ai 26 cantoni svizzeri. Una giuria di esperti ha selezionato 26 illustratori, scelti tra i nomi più noti dell’illustrazione rossocrociata e tra gli esordienti: all’opera di ciascuno di essi è associata una parola, una per ogni lettera dalla A alla Z, che rimanda a una caratteristica propria della cultura elvetica. E per dare conto della varietà culturale di questa terra, le parole scelte provengono da tutte e quattro le lingue nazionali – lingua romanza, italiano, francese e tedesco –, tradotte in inglese per il pubblico internazionale della Fiera.

© Riproduzione Riservata