Quando la scrittura ti salva dall’amnesia. La storia di Caitlin

Caitlin è la sedicenne che ha la memoria ferma al 12 ottobre 2017. Scrivere diari e appunti è cruciale per costruirsi una storia personale
Quando la scrittura ti salva dall'amnesia. La storia di Caitlin

MILANO – Avere una memoria, ricordare attimi fugaci di quando eravamo piccoli o momenti unici che difficilmente ritorneranno è per noi indispensabile: avere una storia personale ci fa capire chi siamo, come eravamo e ci aiuta a immaginarci nel futuro. Riusciremmo a immaginarci una vita senza ricordi? No, non potremmo, ci sembrerebbe assurda e ridicola. Eppure Caitlin, una ragazza di sedici anni del North Caroline, convive ogni giorno con questo problema, rimanendo ferma al 12 ottobre 2017.

Una vita secondo ricordi

Per Caitlin, sedicenne del North Caroline, ogni giorno corrisponde alla data del 12 ottobre 2017. Quel lontano giorno di ormai due anni fa le ha cambiato per sempre la vita: mentre correva in una corsa campestre si è scontrata con un compagno, cadendo a terra. Il trauma cranico le ha causato una forte amnesia, che, a detta dei medici, in poche settimane avrebbe dovuto sistemarsi. Il punto è che non si trattava di un semplice buco di memoria, ma di un’amnesia anterograda: il trauma le ha procurato danni all’ippotalamo, dove sono conservati i ricordi, al talamo e al circuito di formazione della memoria.
Così Caitlin non riesce a mantenere nuove informazioni per più di poche ore e di notte, quando va a dormire, dimentica tutto quello che è successo il giorno prima: quindi ogni giorno è il 12 ottobre 2017. I suoi genitori cercano di aiutarla ricordandole delle sue “abitudini”, ma anche cose banali come allergie, quali vestiti non mettere perché li aveva indossati il giorno precedente. La sua casa è piena di post-it per segnalarle impegni, appuntamenti, compiti etc.

La strategia: scrivere

La strategia per riuscire a sopravvivere, avvicinandosi a uno stile di vita più o meno normale, è scrivere diari e appunti. Quei quaderni per Caitlin ricoprono un valore inestimabile perché racchiudono la sua storia quotidiana, segnata da piccole e grandi cose. Noi scriviamo il nostro diario segreto per sfogarci, per vedere i nostri problemi da un punto di vista differente, per rileggere le nostre vicende e commuoverci, o capire meglio il passato per attribuire un nuovo significato al presente. Per Caitlin scrivere è fondamentale: le serve per avere una sua storia personale. È incredibile come lo scrivere possa essere l’unica strategia per compensare un vuoto di due anni, per ricordarci anche per poche ore quello che è successo ieri, per dare un senso alla nostra vita.

© Riproduzione Riservata