Peppiniello, storia della tartaruga salvata dalle acque fredde

La sua storia sta facendo il giro del web. Ora la piccola creatura è sotto le cure del Centro Ricerche Tartarughe Marine a Portici (Napoli), della Stazione Zoologica Anton Dohrn
Peppiniello, storia della tartaruga salvata dalle acque fredde

MILANO – Rischiava di morire assiderato dalle acque fredde di una spiaggia di Ostia, ora è al sicuro e curato dai medici. E’ questa la storia di “Peppiniello”, non una persona ma una tartaruga Caretta caretta che a causa delle acque troppo fredde non riusciva a procurarsi cibo. Ora la piccola creatura è sotto le cure del Centro Ricerche Tartarughe Marine a Portici (Napoli), della Stazione Zoologica Anton Dohrn.

Simbolo di caparbietà

Peppiniello, così chiamato perché trovato il 19 marzo, giorno di San Giuseppe sulla spiaggia libera di Capocotta presso il Lido di Ostia, è stato ritrovato in evidente stato di debilitazione e le sue condizioni sono apparse abbastanza complicate a causa della visibile condizione di disidratazione e denutrizione. Le terapie mediche sono inziate, ma intanto la storia della piccola tartaruga è diventata virale su internet, simbolo di tenacia e caparbietà contro le avversità.

Photocredits: http://terredicampania.it

 

© Riproduzione Riservata