Iniziativa lettura nelle scuole

“Libriamoci”, l’iniziativa che promuove la lettura nelle scuole

Dal 26 al 31 ottobre ritorna "Libriamoci", l'iniziativa che diffonde e promuove la lettura fra gli studenti delle scuole
"Libriamoci", promuovere la lettura nelle scuole

MILANO – Dal 26 al 31 ottobre 2015 si svolgerà la seconda edizione di Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole, l’iniziativa promossa dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) attraverso la Direzione Generale per lo Studente e dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MIBACT) – attraverso il Centro per il libro e la lettura. L’intento è diffondere e promuovere la lettura fra gli studenti di tutte le scuole, dalle elementari alle superiori: Libriamoci invita quindi docenti, presidi e tutti coloro che desiderano contribuire con la propria creatività, a inserire nelle attività scolastiche delle sei giornate occasioni e progetti di lettura ad alta voce.

DICHIARAZIONI IMPORTANTI – Il Presidente del Centro per il libro e la lettura Romano Montroni, nella conferenza di presentazione, ha ribadito nel suo appassionato intervento che “non aiutare i ragazzi a leggere di più significa di fatto privarli di un futuro. Il punto è che queste lacune non si ripercuotono solo sulla vita del singolo individuo, ma inficiano lo sviluppo dell’intero Paese: domani questi ragazzi, privi delle competenze necessarie per affrontare la vita, non saranno in grado di partecipare allo sviluppo collettivo”. E continua: “Credo che il rapporto tra scuola e libro sia basato su un processo di costante compenetrazione. È vero, oggi la scuola ha perso uno dei suoi aspetti più importanti, cioè la funzione di elevatore sociale. Ma questa funzione può rinascere proprio grazie alla forza della lettura. Se noi saremo bravi a trasmettere la passione per la lettura ai ragazzi, saranno loro, poi, a fare tutto il resto, a condividere questa passione in famiglia e con gli amici”.

L’OBIETTIVO DI LIBRIAMOCI – Lo spirito alla base di Libriamoci è quello di una sfida: smentire i luoghi comuni e i pregiudizi sulla lettura. Spiega Montroni: “Troppo spesso la lettura viene percepita come un’attività funzionale unicamente allo studio e allo svolgimento del programma. Libriamoci è un progetto che tenta di superare questa visione: non vuole valutare gli studenti, si propone invece di farli partecipare in prima persona al grande spettacolo della lettura ad alta voce. I ragazzi saranno coinvolti nella lettura, nella comprensione dei testi e nella discussione dei contenuti e forse così ne scopriranno l’irresistibile fascino”.

ILARIA BORLETTI BUITONI – Il Sottosegretario presente in rappresentanza del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, ha espresso il senso dell’iniziativa di Libriamoci: “Credo che Libriamoci sia un’iniziativa straordinariamente bella nei contenuti e fondamentale nella missione e sono certa che tutte le Istituzioni collaboreranno al meglio delle proprie competenze. Dobbiamo trasmettere la consapevolezza che leggere libro fa sentire meglio, migliora il proprio stato di coscienza, di conoscenza, di giudizio: un libro in più è un gradino in più verso l’arricchimento spirituale, culturale e sociale di ciascuno di noi”

IL PROGRAMMA –  Nel conservare il format dell’anno scorso, che ha coinvolto con successo nelle letture in classe sia studenti che insegnanti insieme ad autori, giornalisti, istituzioni, case editrici, agenzie letterarie e associazioni culturali, il programma – coordinato dal Centro per il libro – di questa edizione offre ancora nuove occasioni di incontro fra la parola scritta e la magia dell’interpretazione a voce alta: Libriamoci ha esteso a tutti i Teatri d’Italia l’invito a partecipare, chiedendo agli attori di andare a leggere nelle scuole delle città in cui sono impegnati. Ma non solo: martedì 22 ottobre anteprima di Libriamoci con i reading di Bookcity per le Scuole, giovedì 29 ottobre tutta l’Italia sincronizzata per il flash-mob Dante a mezzogiorno, e poi le letture dal 26 al 31 ottobre a Cesena, Ravenna, Ancona, Bologna, Venezia e Mestre con il ciclo di incontri Libriamoci/Ad Alta Voce di Coop Adriatica, il progetto in partnership con la SIAE Da Libriamoci a Scriviamoci, l’esperimento formativo avviato dal neonato Coordinamento delle Associazioni di promozione della lettura, e molto altro ancora.

 

© Riproduzione Riservata