Le canzoni di Lucio Battisti arriveranno su Spotify

Finalmente i proprietari dei diritti hanno deciso: tutti gli album di Battisti e Mogol saranno presenti sulle piattaforme online, da Spotify a Apple Music
Le canzoni di Lucio Battisti arriveranno su Spotify

MILANO – Le bionde trecce gli occhi azzurri e poi / le tue calzette rosse… Questo e tutti gli altri capolavori di Lucio Battisti saranno finalmente ascoltabili online su tutte le piattaforme (Spotify, Apple Music, Deezer). Lo ha deciso il liquidatore della società «Edizioni Musicali Acqua Azzurra» che custodisce i 12 album storici di Battisti e Mogol.

Battisti su Spotify, un sogno che si avvera

La notizia è trapelata martedì, quando il commissario giudiziario ha comunicato alla SIAE la decisione del liquidatore di estendere il mandato anche all’incasso dei diritti sul web. Finora, infatti, i brani di Lucio Battisti potevano essere ascoltati soltanto sui soliti supporti fisici, come dischi e cd, ma non online. La scelta è stata fatta per riportare la musica di Battisti e Mogol al passo con la distribuzione attuale, che ormai si svolge prevalentemente tramite piattaforme come Spotify o Apple.

L’opposizione di moglie e figlio

È molto probabile che Grazia Letizia Veronese, 75 anni, e Luca Battisti, 46 (moglie e figlio di Lucio) si opporranno alla decisione del liquidatore. È stata soprattutto Grazia a opporsi sempre a qualsiasi «mercificazione a scopo di lucro» dell’opera del marito e a qualsiasi sfruttamento ritenuto svilente, con l’intenzione di rispettare la volontà del cantante scomparso nel 1998 a 55 anni. Tuttavia, i pieni poteri decisionali spettano al liquidatore Gaetano Presti.

Possiamo quindi rallegrarci e prepararci a riempire le nostre playlist Spotify dei capolavori di Lucio, canzoni che hanno segnato una generazione e sono rimaste nella storia della musica italiana.

Leggi anche: “Emozioni” di Battisti e Mogol, siamo soli di fronte ai nostri sentimenti

© Riproduzione Riservata