Concerto

19 settembre 1981, Pino Daniele e il canto di Napoli dopo il terremoto dell’Irpinia

Sono passati quasi 40 anni dall'indimenticabile concerto di Pino Daniele in Piazza del Plebiscito. Con lui, la città di Napoli ferita dal sisma dell'Irpinia tornava a cantare
pino-daniele

Il 19 settembre del 1981 si tenne a Napoli il leggendario concerto di Pino Daniele. A distanza di un anno dal tragico terremoto dell’Irpinia, in Piazza del Plebiscito giunsero oltre duemila persone per assistere a uno dei concerti più memorabili della storia di Napoli e di tutta Italia. In tanti ricordano quell’evento come un miracolo, che sciolse Napoli e la sua incontenibile vitalità per la prima volta a un anno dal sisma. Ad accompagnare sul palco l’allora ventiseienne Pino Daniele, furono Tullio De Piscopo, Joe Amoruso, Rino Zurzolo, Tony Esposito, James Senese gli stessi parteciparono all’uscita del quarto album Vai mo’.

19 settembre 1981, Napoli torna a cantare

Il terremoto dell’Irpinia

Chi c’era, quel 23 novembre del 1980 ricorderà per sempre l’ora del terremoto, le 19:34. La terra tremò in Campania e Basilicata, con epicentro in Irpinia, per circa 90 interminabili secondi. Un minuto e mezzo che rase al suolo interi paesi provocando circa 3000 morti, 9000 feriti, 300 mila senza tetto e 150 mila abitazioni distrutte, interi paesi isolati per giorni. Ancora oggi il ricordo di quella giornata e delle settimane che seguirono, caratterizzate da uno Stato impotente dinanzi al disastro, incapace di coordinare i soccorsi, nonostante lo sforzo immenso messo in campo dai volontari, è tutt’altro che sbiadito. Il sisma fu avvertito pesantemente anche a Napoli dove la gente si riversò in strada per passare la notte.

 

 

© Riproduzione Riservata