i neologismi

Le nuove parole che entrano a far parte del dizionario

Scopriamo insieme le nuove parole entrate a far parte del dizionario con la nuova edizione del Devoto Oli, uscito da una decina di giorni fa.
Le nuove parole che entrano a far parte del dizionario

Quando esce una nuova edizione di un vocabolario italiano, tra i neologismi rientrano tutte quelle parole che fanno parte della stretta attualità. Così è stato anche per la nuova edizione digitale del Devoto Oli, uscito da una decina di giorni fa. Scopriamo insieme le nuove parole entrate a far parte del dizionario.

I neologismi legati all’attualità

Non poteva mancare la parola lockdown, termine entrato, purtroppo, nel linguaggio di tutti i giorni a causa dei provvedimenti presi per contrastare il diffondersi della pandemia. Altre parole legate al covid-19 sono spillover e infodemia. Ci sono anche altri termini di nuova generazione, presi in prestito dai dizionari stranieri e entrati bruscamente nell’uso quotidiano italiano come contact tracing e droplet. Ma ci sono anche parole che, usate da sole o in coppia, assumono un significato tutto nuovo e legato alla stretta attualità come quarantenare, autoquarantena, autoisolamento e distanziamento sociale.

Aggiornamenti e parole escluse

La lingua, si sa, è in continuo mutamento. Così come l’uso, spesso cambia anche il significato di una parola. Così è avvenuto per “negro” o “razza”, termini usati negli anni Cinquanta con un certo significato e come sono stati revisionati oggi dopo anni di lotte, battaglie per i diritti civili e scoperte scientifiche. 

Per delle nuove parole che arrivano, ce ne sono altre che lasciano il dizionario Oli Tra queste troviamo “addoparsi” (collocarsi dietro o dopo), “adustezza” (asciuttezza, magrezza, aridità), “lanino” (operaio addetto alla lavorazione della lana oppure appaltatore della filatura della lana nel contado) e “mascheraio”

© Riproduzione Riservata
Commenti