Le cose che non sai su Viriginia Woolf

Virginia Woolf, 15 curiosità sulla scrittrice britannica

Virginia Woolf, scrittrice e saggista britannica, è considerata una delle figure principali della letteratura della letteratura del XX secolo e raccoglie milioni di fan in tutto il mondo, ma siete sicuri di conoscerla davvero?
Ecco 15 cose che non sai su Virginia Woolf

MILANO – Virignia Woolf nasce a Londra il 25 gennaio del 1882. Oltre a essere considerata una delle più importanti figure della letteratura mondiale, ha conquistato l’animo di molte donne per il suo continuo impegno per lotta per la parità di diritti tra i due sessi. Nonostante sia molto conosciuta, in pochi sono a conoscenza degli aspetti biografici più misteriosi e, in alcuni casi, davvero curiosi che si celano dietro questo nome. Il sito Flavorwire.com ha raccolto diverse curiosità sulla sua vita, vediamo insieme le più interessanti. Per chi se la fosse persa, ecco anche la l’eterna lettera commovente scritta al marito prima di togliersi la vita.

Clicca qui per leggere e condividere gli aforismi della scrittrice ! 

.

1) Da bambina era una formidabile giocatrice di cricket.

.

2) Da bambina la scrittrice graffiava i muri con le unghieper dar fastidio a sua sorella Vanessa.

.

3) Una delle cose che odiava di più al mondo era essere fotografata.

.

4) La scrittrice ammise di avere paura del sesso.

.

5) Durante un’estate comprò una macchina molto lussuosa e prese lezioni di guida. Dopo essere finita dentro una siepe, l’autrice preferì sedere al posto del passeggero.

.

6) Non era particolarmente interessata alla pittura a lei contemporanea.

.

7) Era una pacifista e non avrebbe mai preso in considerazione l’uso della violenza.

.

8) Suo marito possedeva una scimmia domestica di nome Mitz.

.

9) Si deprimeva quando finiva di scrivere un libro.

.

10)Un giornò dichiarò: “Non mi piacciono le donne anziane che bevono”.

.

11) Quando aveva 20 anni i suoi contributi giornalistici consistevano in saggi pensati per la pubblicazione che descrivevano una giornata in campagna o una notte passata ad ascoltare la musica.

.

12)  Il suo anello nuziale finì, per sbaglio, dentro un pasticcio di carne.

.

13) Poco dopo la morte della madre, disse che quella era “la catastrofe più grande che potesse mai capitare”.

.

14) Non era mai sicura del proprio abbigliamento ed era perennemente preoccupata di non essere vestita in maniera adeguata per l’occasione.

.

15) Mentre scriveva il romanzo Le onde, ascoltava gli ultimi quartetti per archi di Beethoven.

 

 

© Riproduzione Riservata
Commenti