Sei qui: Home » Libri » Un club del libro diventa una clinica di vaccinazione anti Covid-19

Un club del libro diventa una clinica di vaccinazione anti Covid-19

Ci troviamo nel New Mexico e un gruppo di lettrici ha deciso di trasformare il loro “Club del libro” in un centro per diffondere il vaccino anti Covid-19.

Un club del libro trasformato in una clinica di vaccinazione. Protagoniste un gruppo eterogeneo di donne, in particolare un’istruttrice di yoga, un avvocato, un insegnante, una proprietaria di un hotel e una veterinaria, che hanno trasformato il loro club letterario in una clinica di vaccinazione pop-up. Si chiamano Fabulous Ladies Book Club e hanno già vaccinato più di 2.417 persone, più del 31% della città di Ruidoso, situata a circa 180 miglia a sud-est di Albuquerque (Nuovo Messico).

L’inizio del progetto

Le protagoniste del club del libro Le Fabulous Ladies, da quando è iniziata la pandemia, si incontrano online. L’ultima volta che si sono riunite di persona era il 20 febbraio 2020, per discutere di “Becoming” di Michelle Obama. Ma nelle ultime settimane, queste donne hanno trovato un nuovo progetto che dà loro una buona ragione per vedersi oltre i loro schermi: stanno aiutando a vaccinare la loro città. Tutto inizia il 28 dicembre, quando i loro telefoni si sono illuminati con un messaggio di Keri Rath, uno dei membri fondatori del club e uno dei pochi ginecologi in una città di montagna di circa 7.900 abitanti, vicino ad Albuquerque. Nel messaggio c’era scritto che erano arrivati, disponibili e sicuri, moltissime dosi di vaccino gratuite. Il problema era: come distribuirli alle persone?

Un miracolo in un piccolo paese

La clinica pop-up al Fusion è l’unico sito nella sua contea che offre vaccinazioni oltre l’ospedale che vaccina i suoi operatori sanitari. Dopo una campagna social intensa, dopo aver mandato centinaia di migliaia di messaggi, è iniziato tutto. Le Fabulous Ladies si sono offerte volontarie fino a 50 ore a settimana. Una volta che le registrazioni hanno cominciato ad arrivare, gli stessi book-clubber sono stati vaccinati e formati e poi si sono dati da fare per gestire la clinica. Le iniezioni vere e proprie sono state somministrate da personale medico. Ma i membri del club del libro dovevano gestire lo stock di vaccini. Hanno gestito i controlli della temperatura e assicurandosi che le persone indossassero mascherine, mantenessero le distanze e che tutto fosse disinfettato. Chiunque fosse troppo debilitato per arrivare alla porta riceveva il servizio sul marciapiede. Le donne hanno spalato la neve e sparso il sale sui marciapiedi e sul parcheggio. Un vero e proprio lavoro di squadra!

Photocredits: Washington post

Stella Grillo

 

 

© Riproduzione Riservata