Tutto pronto per Dedica 2013, protagonista di quest’anno lo scrittore spagnolo Javier Cercas

Parte oggi la 19sima edizione di Dedica, il festival letterario di Pordenone interamente costruito attorno a un autore di grande prestigio. Protagonista di quest'anno è lo scrittore e saggista spagnolo Javier Cercas e ''La scrittura come ricerca di verità'' è il filo conduttore della rassegna...
Si tiene da oggi al 23 marzo a Pordenone la 19sima edizione del festival, ogni anno incentrato sull’opera di un grande autore
 
MILANO – Parte oggi la 19sima edizione di Dedica, il festival letterario di Pordenone interamente costruito attorno a un autore di grande prestigio. Protagonista di quest’anno è lo scrittore e saggista spagnolo Javier Cercas e “La scrittura come ricerca di verità” è il filo conduttore della rassegna.
CERCAS, UNO DEI PIÙ GRANDI ROMANZIERI EUROPEI – Javier Cercas è un autore che il pubblico e la critica considerano uno dei più importanti romanzieri europei di oggi.  “Cercas, che ha raggiunto il successo internazionale con ‘Soldati di Salamina’”, spiega Annamaria Manfredelli, la curatrice di Dedica: “si è sempre confrontato con il passato più scomodo del suo Paese, proponendosi di ‘scandagliarlo per capirlo, senza pregiudizi né volontà di oblio’. Un’investigazione che, misurandosi con le ambiguità della storia e della cronaca, è un tentativo di dare ordine al disordine della realtà e insieme un atto di fede nella forza ideologica della letteratura.”
IL PROGRAMMA – Il festival si protrarrà fino al 23 marzo 2013 e proporrà al pubblico un percorso in dieci tappe, spaziando fra i libri dell’autore attraverso letture, incontri, reading teatrali,  musica, cinema e la mostra fotografica di Daniel Mordzinski, “Tan Lejos, Tan Cercas”. All’autore, a cui verrà consegnato il sigillo della città, si affiancheranno personaggi di spessore internazionale, espressioni di diverse declinazioni artistiche, che comporranno il mosaico di eventi costruiti attorno all’opera e al mondo di Cercas. Una “cifra” che da tempo permette a Dedica di distinguersi nel panorama culturale italiano.
GLI OSPITI – Festeggiano Javier Cercas, fra gli altri, gli scrittori e intellettuali José Emanuel Fajardo, Ignacio Martinez de Pisón, Pino Cacucci, Bruno Arpaia, il fotografo Daniel Mordzinski, il regista David Trueba, gli attori Giuseppe Cederna e Piero Steiner.
 
LA BIBLIOGRAFIA DELL’AUTORE – Si celebrerà così l’opera di un autore molto amato. Consacrato da “Soldati di Salamina”, l’apprezzamento del pubblico è stato confermato dal favore con cui è stato accolto “La velocità della luce”, indagine in forma di romanzo sulla potenza distruttiva dei fantasmi della memoria, di cui rimane vittima un reduce del Vietnam. Sull’onda di questi due grandi successi sono stati pubblicati in Italia da Guanda altri lavori di Cercas. “Il nuovo inquilino” è un intrigante romanzo breve imperniato sul motivo del doppio e sull’idea di una possibile realtà parallela. “La donna del ritratto” è la storia di una tragicomica inettitudine da cui il protagonista cerca inutilmente di riscattarsi. “Anatomia di un istante” è un’opera che, incrociando storia e letteratura, romanzo e saggio, ricostruisce con una stringente analisi il colpo di Stato tentato nel 1981 dal colonnello Tejero e ne mostra l’incidenza sull’identità e sulle sorti della Spagna contemporanea. “La verità di Agamennone”, infine, è un autobiografia sentimentale e intellettuale tra saggio e racconto. Il 24 aprile 2013 sarà pubblicato in Italia, sempre da Guanda, il nuovo libro di Javier Cercas, “Le leggi della frontiera”. 
 
IL RICONOSCIMENTO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA – Con il suo programma ricco di iniziative e personalità d’eccellenza, Dedica a Javier Cercas ha ricevuto la Medaglia d’Argento del Presidente della Repubblica.
 
9 marzo 2013 

© Riproduzione Riservata
Commenti