Tutto pronto per Capalbio Libri

Prende il via domani Capalbio Libri, il festival dedicato al piacere della lettura, giunto alla settima edizione. È l'amicizia il tema di quest'anno, che verrà declinato in tutti i suoi aspetti in compagnia degli ospiti...
Prenderà il via domani sera, in compagnia di Eugenio Scalfari e Alberto Asor Rosa, il festival dedicato al piacere della lettura
MILANO – Prende il via domani Capalbio Libri, il festival dedicato al piacere della lettura, giunto alla settima edizione. È l’amicizia il tema di quest’anno, che verrà declinato in tutti i suoi aspetti in compagnia degli ospiti. 
UN NUOVO APPUNTAMENTO, LEGGODIGITALE – Questa edizione ha visto anche il lancio di una nuova iniziativa, un appuntamento in programma per la sera del 6 agosto: “Leggodigitale  -Il futuro di libri e giornali”, realizzato in collaborazione con Cubolibri, lo store di Telecom Italia dedicato all’editoria digitale, e con l’Università Roma Tre. In questa occasione prenderà vita un importante dibattito su come stia cambiando la fruizione di quotidiani, magazine e libri da parte dei lettori ai tempi di internet. Verranno anche presentati i risultati di una ricerca su questo tema condotta per Capalbio Libri dalla facoltà di Economia dell’Università degli Studi Roma Tre. Tutti i lettori digitali sono chiamati a partecipare con i loro e-reader, tablet e smartphone e per l’occasione verrà disposto in piazza Magenta un servizio di wi-fi aperto a tutti. La serata sarà seguita anche sui social network con l’hashtag #leggodigitale, creato da Capalbio Libri. 
LA SERATA INAUGURALE CON EUGENIO SCALFARI – Il 3 agosto darà il via al ciclo di incontri un nome del mondo del giornalismo e della cultura che ha segnato e raccontato mezzo secolo di storia del nostro Paese. Eugenio Scalfari, assieme ad Alberto Asor Rosa, che ha firmato il saggio introduttivo del libro, presenterà “La passione dell’etica”, la raccolta di scritti dal 1963 al 2012 pubblicata da Mondadori nella collana “I Meridiani”. Con loro, Enzo Golino e Franco Marcoaldi per una riflessione sulla morale dei nostri tempi; partendo dalla politica, fino all’economia e al senso dell’amicizia.
IL TEMA E GLI OSPITI DI QUEST’ANNO – Si tornerà invece a discutere sul tema “che cos’è l’amicizia?” il 9 agosto, in compagnia di Paolo Crepet, che presenterà il suo ultimo saggio intitolato proprio “Elogio dell’amicizia”, il legame sociale e affettivo più nobile. L’amicizia è protagonista anche di alcune pagine di Antonella Boralevi, autrice de “I baci di una notte” (4 agosto), del secondo romanzo di Giuseppe Di Piazza, “Un uomo molto cattivo” (5 agosto) e de “I santi pericolosi” di Stefano Brusadelli (7 agosto). L’amicizia è quella che lega gli autori di “Essenze di felicità”, Antonella Martinelli e Alessandro Circiello, alla riscoperta di sapori e ricette antiche, e Barbara D’Urso e Nicola Sorrentino alle prese con benessere del corpo ma anche dello spirito, in “Ecco come faccio” (8 agosto). Il tema dell’amicizia si ritrova anche nelle pagine di Roberto Napoletano, autore di “Promemoria italiano”, un viaggio nell’Italia di oggi e di ieri, fatto di ricordi, di speranze e di incontri personali, raccontato il 6 agosto alle ore 19 con Ernesto Auci.
AMICIZIE IMPORTANTI – E poi ancora ci sono le amicizie importanti di cui ci parleranno Luigi Bisignani e Paolo Madron, autori del best seller “L’uomo che sussurra ai potenti”, il 10 agosto. Molte di queste ritornano, seppur non citate direttamente, nel saggio di Carlo Freccero sulla “Televisione”, che affronta lo spinoso argomento dell’utilità del servizio pubblico di fronte ai cambiamenti vissuti negli ultimi trent’anni dalla televisione, di cui parlerà l’autore l’11 agosto con Myrta Merlino e Luisa Todini.
GLI ALTRI OSPITI – L’amicizia è il tema centrale nella storia raccontata da Nada Malanima ne “La grande casa” (12 agosto); mentre il protagonista di “Doppio riflesso” di Michele Ainis (13 agosto) ha a che fare con amicizie ambigue e perse, assieme alla sua memoria. Infine, Gianluca Nicoletti chiude la manifestazione il 14 agosto, regalandoci istantanee dello speciale rapporto con Tommy, suo figlio, amico e compagno in “Una notte ho sognato che parlavi”.
LA PARTE MUSICALE DEL FESTIVAL – Come non pensare all’amicizia e a quei legami consolidati dalla stessa passione, anche quando si parla di musica e soprattutto di jazz? Il 9 agosto, un appuntamento speciale alle 21.30 racconterà gli “Incontri con musicisti straordinari”, grazie all’omonimo libro di Enrico Rava e a quello di Barbara Casini, “Se tutto è musica”. Uno dei jazzisti italiani più noti internazionalmente e la più importante interprete di musica brasiliana in Italia saliranno sul palco di Capalbio Libri per una lunga e interessante intervista condotta da Massimo Nunzi, compositore, trombettista, direttore d’orchestra e, da cinque anni, direttore artistico della parte musicale della manifestazione. Insieme, poi, i tre regaleranno al pubblico una performance musicale esclusiva. La musica farà da cornice a tutti gli appuntamenti di Capalbio Libri grazie alle esibizioni quotidiane di giovani artisti italiani, noti anche all’estero. 
SCRITTURA INDUSTRIALE COLLETTIVA – Domenica 11 agosto sarà la volta di un altro appuntamento speciale, alle 21.30, con un modo nuovo di pensare la scrittura grazie agli strumenti che offre la rete. Sic è la sigla per la Scrittura Industriale Collettiva che coinvolge comunità virtuali di scrittori di cui ci parlerà uno dei suoi ideatori, Gregorio Magini, intervistato da Giuseppe Marchetti Tricamo, direttore di Leggere:tutti. Con l’occasione Gregorio Magini presenterà al pubblico di Piazza Magenta “In territorio nemico”, l’esperimento di scrittura collettiva pubblicato da minimum fax, frutto del lavoro di 115 autori.
INTERNET E LA COMUNICAZIONE – La comunicazione ai tempi di internet, in particolare quella di impresa, tornerà invece, nell’incontro del 13 agosto con la “La casa di vetro”, di Gianni Di Giovanni e Stefano Lucchini, presentato insieme a Geminello Alvi e Pino Buongiorno.
NOMI IMPORTANTI DEL GIORNALISMO – Tutti gli incontri saranno condotti da importanti nomi del giornalismo italiano come Ernesto Auci, Pino Buongiorno, Luigi Contu, Guido Fiorini, Franco Marcoaldi, Myrta Merlino, Stella Pende, Andrea Purgatori, Luciano Tancredi, Giuseppe Marchetti Tricamo e Ilaria Ulivelli.
2 agosto 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti